Passa ai contenuti principali

Torta di carote e mandorle

... "Devo andare via per 4 giorni, devo fare la lavatrice, non ho niente di lavato (di stirare al momento non se ne parla, come fosse passato di moda) da mettere in valigia, domani sono invitata a pranzo, non ho pensato a niente da portare e oggi non sono in casa tutto il giorno."..
Ecco, questi son stati i miei pensieri alle 6 di stamattina, un incubo, mi ha preso il panico, tanto che mi sono alzata e sono andata ad accendere la lavatrice, nella speranza che finisse prima dell'orario previsto per uscir di casa e prendere il treno per andare al lavoro (data la chiusura delle scuole hanno dimezzato le corse, non più un treno ogni mezzora, ma uno ogni ora. Argh!).
Faccio la lavatrice, intanto vado in cucina e comincio a sbucciare le carote, le trito (già immagino la felicità dei miei cari vicini, con il Minipimer che trita alle 6:30), le metto in un bel contenitore, preparo anche parte degli altri ingredienti e li metto in un sacchetto da portare con me in ufficio. 
L'uscita di casa è stata roccambolesca, ma alla fine son riuscita anche a stendere i panni e farmi una bella doccia calda.
Grazie al miracolo del forno datoci in dotazione, la torta è stata cotta lì :-), ma a parte questo, tutto è stato fatto come facevano gli antichi, niente aggeggini da cucina, che ci rendono attualmente la vita tanto comoda, niente Minipimer per tritare, le mandorle intere le ho prese a martellate (sul serio) in un sacchettino, niente grattugia, la scorza di limone è stata grattugiata con l'uso di un coltello e niente fruste elettriche, le uova e lo zucchero li ho montati con una forchetta!
Ma il risultato sembra ottimo, diciamo che è stato un momento sporadico di decrescita, Izn de Il pasto nudo ne darà felice.

E questa è la torta, la ricetta me l'ha data Tiziana, io, come solito, ho fatto qualche piccola modifica, come ad esempio aggiungere il cioccolato, che nella ricetta originale non era previsto.


























Ingredienti per 8 persone:
400 g di carote
150 g di mandorle non pelate
150 g di farina
70 g di cioccolato fondente
80 g di zucchero di canna
1/2 bustina di lievito vanigliato
50 g di olio di arachidi
2 uova
scorza di 1 limone
1 pizzico di sale

Montare le uova con lo zucchero, aggiungere la scorza del limone, le carote, le mandorle tritate, la farina, il sale e in ultimo l'olio e il lievito. Amalgamare il tutto e versare il composto in uno stampo rivestito da carta da forno. Prima di infornare, cospargere di il cioccolato fondente in piccoli pezzi, cosicché in cottura non vadano tutti sul fondo della torta.
Cuocere in forno preriscaldato a 170° per mezzora, controllando la cottura con uno stuzzicadenti.
Sformare la torta e spolverare la superficie con zucchero a velo, a piacere.

Commenti

  1. oooohhh! io adoro la torta di carote, e che bella la tua, così in forma di cake! perfetta.
    slurp.
    tanti auguri di buon'epifania.
    baci

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari. Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai. Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e  scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio ev

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca , me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta , fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti p

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia " Dai! Ci scambiamo una ricetta? ", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko,    La ricetta della felicità . Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio  questa zuppa  che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli  involtini di verza , avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fo