Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2013

Pici al gorgonzola, noci e rucola

L'ho fatto di nuovo. Dopo una domenica mattina estremamente stancante per tirare i miei primi pici, il pomeriggio non ho trovato nulla di meglio da fare se non farne ancora. Stavolta però mi sono dotata di una bella spianatoia in legno gigante, (la prima volta, per pigrizia, mi ero dotata di mini tagliere e di penisola poco rugosa) grazie alla quale non ho dovuto invocare la forza di gravità, tirando dei pici perfetti. Avrei voluto utilizzare un condimento più elaborato, ma si sa che il mio frigo detta legge e questo c'era, quindi...

















Ingredienti per 4 persone:
Per i pici:
200 g di farina 00
100 g di farina di semola
3 cucchiai di olio evo
1 pizzico di sale 
acqua q.b.
Per il condimento:
150 g di gorgonzola dolce
2 mazzetti di rucola
1/2 bicchiere di latte
noci q.b. parmigiano grattugiato q.b. sale e pepe
Per fare i pici ho seguito sempre le istruzioni di Patty:
"Fate la fontana con le due farine miscelate. Versate l’olio, il pizzico di sale e cominciate a versare lentamente l’acqua, incorpo…

Pici con salsiccia, carciofi e zafferano

La mia ultima esperienza con i pici ve l'avevo già raccontata in questo post, da quando sono finiti però non avevo mai pensato che avrei potuto farli da sola e invece guarda guarda che arriva la Patty che propone i pici per l'MTC di gennaio.  Io la Patty già l'amavo, mi piace leggere il suo blog la mattina prima di andare al lavoro, ascoltare la canzone che sceglie per ogni sua ricetta, assaporare la genuinità dei suoi piatti (purtroppo solo virtualmente), adesso però posso dire che la amo tanto tanto di più di prima! Nel mio blog ho già fatto ricette con i pici, cacio e pepe, con salsiccia e finocchietto selvatico, alla carbonara con bruscandoli, da quando li ho assaggiati per la prima volta in Val d'Orcia è stato amore vero e da quel momento la mia fedeltà è sempre stata incondizionata. La Patty, l'Ale e la Dani però mi hanno messo un po' in difficoltà stavolta, eh si perché hanno richiesto una ricetta rustica, a km 0 e la mia testa non è più riuscita a pensare,…

Filetto di maiale alle mele

Nel giorno in cui la blogosfera da il via alla piciata del secolo, io mi presento con un semplicissimo filetto di maiale, da fare in meno di mezzora. Latito dal mio amato blog, scrivo poco e pure male, ma ci sono dei momenti così e bisogna assecondarli. La mia testa ed il mio cuore sono pieni di cose belle però, l'attesa di una nuova vita, un matrimonio da organizzare, tanti pensieri e sogni da realizzare... anche per queste cose ci vuole tempo ed è il momento che io mi ci dedichi. Quindi non temete, tornerò, ma per oggi solo filetto di maiale alle mele e un grosso abbraccio panciuto.



























Ingredienti per 6 persone:
600 g di filetto di maiale
1 cipolla tritata
1 costa di sedano tritata
3 cucchiai di olio extra vergine di oliva 
1 bicchiere di vino bianco secco
2 mele 
farina q.b.
sale e pepe q.b.

Pelare le mele, privarle dei torsoli e tagliarle a fettine sottili.Dopo aver infarinato il filetto, metterlo a rosolare in una casseruola, dove già soffrigge in un giro d’olio un trito di sedano e cipolla.

Budini salati al radicchio e pere con "fondue"

E così anche il 2012 se n'è andato, gli ultimi giorni sono stati intensi, ma nello stesso tempo rilassanti.
Come vi accennavo nel mio post precedente, sono stata una settimana in vacanza tra le romantiche colline marchigiane a godermi il sole, innanzitutto, poi i meravigliosi paesaggi ancora autunnali, il buon cibo, il buon vino (non tanto eh) e la compagnia della persona che amo e della piccolina che ancora non c'è, ma a quanto pare esprime il suo apprezzamento per la buona cucina con un sacco di calcetti assestati, manco fosse Maradona.


Ma ora facciamo un piccolo passo indietro, non vi ho detto nulla del mio Natale e dei bagordi che lo hanno accompagnato...
Da buona meridionale inizio la mia adorazione della tavola il 24 a cena, si mangia pesce.  Negli ultimi anni si limitano le quantità e anche gli eccessi calorici, ma la zia Vittoria non manca di farci assaggiare le sue prelibatezze. E quindi iniziamo con un leggero antipasto quasi mai previsto (ma alla fine non manca mai), li…