Passa ai contenuti principali

Post

Biscotti d’avena al caffè, nocciole e cioccolato bianco

Post recenti

Torta di mele al grano saraceno

Mia figlia quasi ogni giorno torna da scuola con della frutta. Lei e pochi altri bambini, quando la maestra ha chiesto chi fosse disposto a portare a casa la frutta avanzata, si sono offerti "così mamma puoi portare la merenda al lavoro”. Ogni tanto ha un carico niente male, ultimamente di mele rosse, uno dei pochissimi frutti che non mi piace. Quando il frigo si è riempito di mele rosse, ho deciso che bisognava affrontare la questione di petto. Sarà torta di mele, mi sono detta, ma quale? Ho iniziato a sfogliare tra le pagine del blog di Loredana, ma scegliere tra 127 ricette di torta di mele era assai complicato, così alla fine sono andata a sentimento, ho preso spunto da un paio di titoli qua e là e ho messo insieme la mia torta. Morbida, saporita, profumata… Ho utilizzato il burro acquistato in Val d’Aosta, una coccola in più, è davvero buono.
Non resta che fare colazione, voi l’avete già fatta? Non posso offrirvi la torta perché è già finita, ma non ci metterete molto a prepararla…

Paté di lenticchie nere, pane alle noci e lardo

Il giorno di Santo Stefano sono partita con tutta la famiglia, destinazione Val d’Aosta. Non siamo sciatori, io non prendo uno skilift da almeno 20 anni, se non di più (esistono ancora?) e le mie figlie non sono mai nemmeno salite su una slitta. 
La Val d’Aosta però offre tante possibilità anche per i non amanti della neve. Ci siamo fermati appena superato il confine con il Piemonte; Pont-Saint-Martin ci è sembrato un ottimo punto di partenza per brevi escursioni nei dintorni. Siamo stati ospitati in due stanze in un piccolo appartamento all’interno di una cascina, lungo la Dora Baltea, compagne di stanza una quarantina di mucche, poi vitelli, galline e altro ancora. 
La mattina ci è stato donato del latte appena munto, era la prima volta che lo assaggiavo e ne sono rimasta entusiasta. Abbiamo visitato i castelli di Verres e Issogne, accompagnati da ottime guide che hanno catturato il nostro interesse per tutto il tempo, abbiamo apprezzato una mostra dei fotografi della Magnum al Forte di…

Barrette con muesli, miele e cioccolato fondente

Finalmente queste feste sono finite, il 6 gennaio decreta ufficialmente il termine dei pranzi e delle cene "importanti". Da noi non è nemmeno passata la Befana, perché ci sono ancora le caramelle di Halloween di 2 anni fa da smaltire.
Per non rinunciare ad una colazione golosa, ho preparato delle barrette sanissime con il muesli e il miele, arricchendole di cioccolato e frutta secca.

Mi sono divertita a fare un disegnino sulla foto, l'apina era sul barattolo di miele che ho utilizzato.




Per una teglia da 30x40: 100 ml di olio vegetale 100 ml di miele d'acacia 1 cucchiaino di estratto di vaniglia 1 uovo 60 g di cocco rapé 250 g di farina integrale 150 g di fiocchi d’avena 1 cucchiaio di semi di lino 1 cucchiaino di mix di spezie: cannella, zenzero, anice stellato 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio 100 g di cioccolato fondente in scaglie 70 g di frutta secca mista: noci, nocciole e mandorle
Preriscaldate il forno a 190° C.  Rivestite una teglia con carta forno, ricoprendo anche i bor…

Terrina di cortile - MTC Story

Tutte le cose hanno una fine, anche quelle che sono entrate dentro di te talmente in profondità da lasciare il segno, qualsiasi cosa accada. L'MTChallenge è una di queste.  Ho approcciato la sfida appena aperto il blog, nella primavera del 2011 e in 8 anni ho atteso il 5 del mese con ansia e paura per scoprire il tema di quello che sarebbe stato il mio quasi unico interesse per i 10 giorni successivi (quando vi dicevo "mio marito vi odia", non scherzavo affatto). Ci sono state tante prime volte, il primo danubio, i primi bigné, i primi animali disossati, il primo gelato, il primo uovo in camicia, i primi croissant, i primi (e unici) macarons... l'elenco è lunghissimo e vado orgogliosa di ogni singola ricetta studiata e preparata, anche di quelle che mi hanno fatto conquistare i tanto temuti lunghissimi pipponi di Alessandra. Ho studiato per migliorare laddove non ero riuscita e ho gioito senza ritegno per le ricette più belle, il tutto a formare un bagaglio preziosissimo…

Biscotti integrali al cioccolato e arancia

Il 2019 è stato l’anno del mio ritorno alla corsa. Avete presente quando la mente inizia a giocarvi dei brutti tiri? Ero tutta contenta delle mie lezioni di pilates, lo facevo un paio di volte a settimana, poi improvvisamente ho iniziato ad avere dei flashback: il bosco, i sentieri coperti di neve, il vento sulla faccia, il silenzio, il sole che filtra tra i rami degli alberi. Parlavo con la gente e improvvisamente mi estraniavo catturata dal profumo di terra bagnata. Una matta, praticamente. Ricordavo le sensazioni della corsa nel bosco, era l’inverno del 2011, lavoravo vicino Como e in pausa pranzo, un paio di volte a settimana, correvo nel bosco costeggiando un piccolo torrente.
Ho seguito il mio cuore, ho riesumato le mie scarpe da corsa (se così potevano definirsi) e ho ricominciato a correre.

In un anno ho corso 678 km, lottando inizialmente contro un ginocchio fuori uso e la fatica del più scarso dei principianti, e la ritengo una grandissima conquista.
Durante il 2020 proverò a co…

Mini quiche con broccoletti e pancetta

Ma vi sembra giusto che il peso degli ultimi 7 giorni dell’anno faccia media con il peso dei precedenti 358? Cavoli, uno si impegna, riesce a perdere quei 4 etti che non accennavano minimamente a voler esser sfrattati e poi arrivano loro, le Feste di Natale: 7 giorni in cui il cibo, volente o nolente, ti fa gli agguati, ti aspetta, sta lì in bella mostra e appena ti siedi a tavola, ti salta addosso. E’ inutile cercare di resistere, anche se cerchi di trattenerti dall’abbuffarti, la bilancia segna comunque dei dati in rialzo. Durante queste feste ho mangiato praticamente solo antipasti, ho fatto una scelta golosa: mangio meno pietanze ma cose che mi piacciono di più.

La bilancia ha comunque segnato un trend in rialzo, sta maledetta!

Per 18/20 mini quiche: 1 rotolo di pasta sfoglia 250 g di ricotta 100 g di formaggio grattugiato+ 50 g per la finitura 200 g di pancetta affumicata a cubetti 1 uovo 400 g di cimette di broccoletto Sale Pepe Noce moscata
Soffriggete la pancetta in una padella antiaderente …

Patè di lenticchie rosse e biscotti salati

Per anni ho vissuto il Natale come un periodo pesante. Non lo sentivo, facevo fatica a pensare ai regali da fare, non cucinavo, a stento sopportavo l’idea di essere invitata a festeggiare con qualcuno che non fosse la mia famiglia di origine. Quest’anno avevo già finito di comprare i regali ad inizio dicembre, ho sfornato una valangata di biscotti anche dopo il mio annuale incontro con Paoletta, a Sant’Ambrogio, e per la prima volta ho festeggiato il pranzo di Natale lontano dalla mia adorata zia Vittoria.
La mattina di Natale è sempre una festa, devo ammetterlo, le bambine aprono i regali, i loro occhi si illuminano ad ogni fiocco slegato, ad ogni pezzo di carta strappato. Quest’anno ci si è messo anche il marito, tutto felice per i regali ricevuti e sono stata davvero contagiata.
Ho persino cucinato, poco, solo un paio di cosine per l'antipasto.  Ho voluto giocare d'azzardo preparando una cosa inusuale per i commensali valligiani, temevo di dovermelo mangiare tutto da sola e inv…

Biscotti al cocco

BUON NATALE




Ingredienti: 430 g di farina 00 250 g di burro 130 g di zucchero 60 g di cocco rapé 1 uovo intero e 1 tuorlo 1 pizzico di sale 2 cucchiaini di lievito per dolci
Impastate velocemente la farina con lo zucchero, il burro a tocchetti, il sale ed lievito. Aggiungete le uova e per ultimo il cocco. Fate una palla, avvolgetela nella pellicola e mettete in frigo per almeno 30 minuti.  Stendete la pasta e ricavate dei biscotti della forma desiderata. Infornate a 180° C fino a doratura.
Per renderli più sfiziosi potete glassarli con cioccolato fondente e cocco rapé colorato con del colorante alimentare rosso.



Ricetta tratta di Paola Balconi dal blog La cucina piccolina

Biscotti ANZAC di Yotam Ottolenghi

Yotam, è tutta colpa di Dauly ed Eleonora se all'alba del 22 dicembre sono ancora qui a sfornare biscotti. Lo so, ho già fatto tutti i pacchettini da regalare, ma questi tuoi biscotti (nella versione cioccolatosa di Dauliana) sono proprio ciò che mancava alle colazioni in famiglia. Quindi dopo, in ordine, i biscotti di avena e cranberries, quelli al cioccolato, noci pecan e banana, gli snowballs e i paradisiaci alla tahina, ecco che di Ottolenghi ho sfornato anche gli ANZAC.


Per 22 biscotti: 100 g di fiocchi d’avena 50 g di fiocchi di grano integrale  90 g di cocco rapé
185 g di farina 00
100 g di zucchero semolato
40 g di zucchero di canna chiaro
100 g di uvetta (io gocce di cioccolato)
1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata
185 g di burro (io 150 g)
60 g di miele liquido
30 ml di acqua
1 cucchiaino di bicarbonato

Preriscaldate il forno a 170° C e foderate una placca con carta forno.
Mescolate la farina, i fiocchi d’avena, il cocco, gli zuccheri, la scorza di limone e l’uvetta (o …