Passa ai contenuti principali

Post

Chocolate, banana and pecan cookies di Yotam Ottolenghi

Post recenti

Crostata frangipane con marmellata di susine selvatiche

Inaspettatamente è arrivato un invito per pranzo da mia suocera. "Filippo, portiamo una bottiglia di vino?" "No dai, tanto poi lo beviamo solo noi. Perché non fai un dolce?" Giusto per la cronaca, erano le 21 di sabato sera, il pranzo sarebbe stato la domenica e domenica mattina avevo previsto la mia corsa del weekend. Tutto questo per dire che di tempo praticamente non ne avevo e mi dovevo arrangiare con gli ingredienti che avevo in casa.  Per fortuna ho pensato a quel pacchettino di ricciarelli arrivati proprio il giorno prima da Siena, con il panpepato e il panforte del Forno Rivacciano e dal sentire il profumo inebriante sprigionarsi dal pacchetto al farne una golosissima crema frangipane, il passo è stato assai breve.

Continua dunque la collaborazione tra il Calendario del cibo italiano, CNA Siena e CNA Food & Tourism che hanno promosso un blog tour per far conoscere l’eccellenza dei dolci senesi ed un flash mob con alcuni blogger per proporre i dolci in tantis…

Biscotti all'avena, cranberries e cioccolato bianco di Yotam Ottolenghi

Lo scorso anno abbiamo rotto la tradizione. Niente biscottata di Sant’Ambrogio, io e Paoletta, abbiamo preferito andare al cinema con le bimbe a vedere Lo schiaccianoci. Quest’anno però avevamo voglia di passare del tempo insieme, solo noi due, come ai vecchi tempi. Neanche a dirlo, preferiamo farlo davanti ad un impasto burroso, con le mani che profumano di buccia d’arancia e di limone. Tutti i biscotti che avevamo deciso di fare sono stati poi cambiati a ridosso dell’incontro: voglia di cucinare sì, ma senza impegnare troppo la testa, meglio dedicarsi a ricette semplici e tante chiacchiere.

Oggi il Calendario del cibo italiano celebra la giornata dei biscotti e io la celebro con dei fantastici biscotti di Yotam Ottolenghi.
Ingredienti per ca. 30 biscotti  150 g di mandorle intere con la pelle
150 g di farina 00 + extra per infarinare
75 g di farina integrale
150 g di fiocchi d'avena 
1/4 di cucchiaino di sale
225 g di burro a temperatura ambiente 
100 g di zucchero semolato
la scorza grattu…

Pere al vin brulè ripiene di pan pepato

Oggi il Calendario del cibo italiano dedicata la giornata al panpepato, dolce  molto antico, tipico di Siena.
CNA Siena e CNA Food & Tourism hanno promosso un blog tour per far conoscere l’eccellenza dei dolci senesi.
Oggi parliamo di panpepato. Ho preparato una ricetta che potesse esaltare i profumi intensi delle spezie che caratterizzano questo dolce, ho scelto di utilizzare il prodotto al naturale, l'ho semplicemente tritato e ricomposto, per non alterarne le fantastiche qualità.
Ne è risultato un dolce fresco ed equilibrato, il vin brulè, da un lato, esalta il gusto speziato del panpepato e lo zabaione, con la sua nota dolce e una leggera punta di acidità data dall'arancia, alleggerisce il tutto. 
Resta in bocca un retrogusto delicato di pepe che pizzica leggermente il palato e fa venire immediatamente voglia di assaporarne un'altro boccone.



Per 4 persone: Per le pere: 4 pere conference 500 ml di vino rosso fermo
2 cucchiai di zucchero
un pezzetto di cannella
3 bacche di a…

Croissant salati con zucca, zola e noci e buon compleanno zia Giuly

Se vi dicessi di indovinare la sua età le dareste sicuramente tanti anni di meno e infatti, nonostante sia già nonna, per le mie bimbe è la zia Giuly.
Oggi è il tuo compleanno, cara Giuly, e io gli auguri te li faccio così, pubblicando una tua ricetta, semplice, ma deliziosa. Vengo spesso a sbirciare tra le mura della tua cucina, sento i profumi, ti vedo destreggiarti tra i fornelli, mentre prepari piatti tradizionali e alcuni più estrosi ed innovativi. Vorrei venire a mangiare più spesso, ma questo è un altro discorso eh. Sei una grande maestra e la tua generosità nel dare, nel darti, è il regalo più bello che tu possa fare agli altri.

Buon compleanno tesoro.

Per 8 croissant: 1 rotolo di pasta sfoglia tonda 100 g di zucca 10 gherigli di noce 50 g di gorgonzola  semi di sesamo bianco e nero 1 uovo per spennellare 2/3 foglie di salvia sale pepe
Preriscaldate il forno a 180/190° C. Tagliate la zucca a fette sottili, conditele con olio, sale e pepe e qualche foglia di salvia e infornate per 15 minuti. Tri…

Occhi di bue al grano saraceno

Qualche giorno fa, a cena, facevamo il conto da quanti anni non lavoriamo più insieme, Anna, Elisa ed io. Loro erano colleghe da anni, io, arrivata da poco, cercavo una compagnia stimolante per la pausa caffè: le ho conquistate con una fetta di torta di grano saraceno.
Sono passati 8 anni da quella fetta di torta e 5 da quel 26 agosto in cui lasciai l'azienda, non troppo volontariamente, ma il nostro "Gruppo di sostegno" non ha mai smesso di essere attivo e le cene, i pranzi e le serate passate insieme, sono sempre state all'insegna delle risate. Grazie amiche care, di esserci e di darmi sempre super notizie ogni volta che ci incontriamo.

Per 18/20 biscotti 100 g di farina di grano saraceno 100 g di farina 00 60 g di fecola di patate 100 g di zucchero semolato 80 g di burro a temperatura ambiente 1 pizzico di sale 1 uovo marmellata di susine selvatiche e ciliegie
Nutella
Impastate velocemente tutti gli ingredienti e formate una palla, avvolgetela nella pellicola da cucina e mettet…

Torta speziata con polenta e frutta secca per il Club del 27

Il Club del 27 era stato abbandonato come tantissime cose legate al blog, difficile star dietro a tutto, prima, e difficile farsi tornare la voglia, dopo. Questo mese ho deciso che avevo sia il tempo che la voglia per ricominciare. Un pranzo tra amici ha fatto il resto.
Ma voi da quanti anni non giocate a Monopoli? Io non so se avevo già raggiunto la maggiore età e di anni, ve lo garantisco, ne sono passati davvero tanti. Inizialmente eravamo tutti titubanti, l’idea di un gioco in scatola a conclusione del pranzo, con due bambine per casa da intrattenere, non era allettante, ma ci siamo fatti convincere dalla padrona di casa. Abbiamo fatto una sola partita, è durata 3 ore, e nessuno di noi ha voluto mollare fino a quando il proprio patrimonio mobiliare e immobiliare non è stato letteralmente lapidato. Ci siamo divertiti tanto e le bambine con noi, a far di conto e a lanciar dadi fortunati, hanno imbeccato una serie infinita di tiri doppi e spero sia solo perché l’amore per loro è cosa ancora…