Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2018

E DIY...TELO CHE NE AVETE PIENE LE SCATOLE! Scatola biscotto per MAG about FOOD

Sono tanti anni ormai che per Natale regalo biscotti.
Li faccio a Sant'Ambrogio con la mia amica Paoletta e poi li incarto, li infiocchetto e li regalo alle persone a cui voglio bene.
Mi sono sempre accontentata, è il caso di dirlo, di sacchettini di plastica trasparente, abbelliti da un fiocchetto in tema natalizio, ma quest'anno la musica è cambiata; grazie a MAG about FOOD e alle ingegnose amiche della rubrica sul fai da te, renderete i vostri regali ancora più speciali.

E se non ne avete ancora piene le scatole, domani vi racconteremo come riempirle, per ora vi spieghiamo come farle.



Scatola cilindrica di pasta frolla



Pasta frolla di Iginio Massari 250 g di burro 200 g di zucchero 25 g di miele d'acacia scorza grattugiata di 1/2 limone 1/2 baccello di vaniglia 125 g di uova intere  2 g di sale 500 g di farina 00
Per decorare:
cioccolato fondente
glassa bianca
Mettete il burro, lo zucchero, il miele e gli aromi nella ciotola della planetaria, amalgamate tutti gli ingredienti senza monta…

MAG about FOOD presenta... il calendario dell'Avvento

Quanti giorni mancano a Natale? Molti iniziano il countdown appena si accorgono che non riusciranno a far fronte ai buoni propositi che si erano prefissi per il nuovo anno, generalmente questo succede intorno al 10 di gennaio, ma i più fanno il conto alla rovescia, solo negli ultimi 25 giorni che precedono il gran giorno. Anche voi, come me, non vedete l'ora di trovare un cioccolatino dentro le finestrelle del Calendario dell'Avvento? Quest'anno non accontentatevi dei soliti cioccolatini, rendete quest'attesa un momento speciale per voi e per i vostri cari, regalatevi un Natale speciale.

MAG about FOOD presenta... il Calendario dell'Avvento!




Cosa vi serve: - Pannolenci di colori assortiti  - Ovatta da imbottitura - Filo spesso di colori assortiti - Bottoni colorati
- Filo rosso da ricamo
- Colla a caldo

Pupazzo di neve



Ritagliate due sagome del pupazzo intero su pannolenci bianco e una sull’ovatta.
Ritagliate la sagoma del cappello su pannolenci nero e la striscia su quello gial…

Un DIY da paura: mostri segna bicchieri per MAG about FOOD

Quando si hanno dei figli piccoli, si sa, le cose che pensavamo non potessero mai succedere, puntualmente accadono.
Halloween è una di queste, mai mi sarei sognata di andare in giro per il quartiere ed entrare nei negozi a chiedere "dolcetto o scherzetto?". 
Ovviamente è successo e quest'anno mi sono preparata in modo adeguato alla festa più terrificante dell'anno.

Avete voglia di venire a vedere come fare questi semplici segna bicchieri?


Cosa vi serve: - Pannolenci di colori assortiti: bianco, nero, arancione, verde, blu, giallo, bordeaux - Ovatta da imbottitura - Filo spesso di colori assortiti - Colla a caldo - Mollettine di legno - Bottoni colorati
Disegnate innanzitutto le sagome dei vostri mostri e ritagliatele, adesso vediamo nel dettaglio come fare.

Pipistrello
Ritagliate due sagome da pipistrello su pannolenci nero. Con il filo da imbastitura bianco cucite la bocca, utilizzando il punto dritto. Applicate i due canini e cuciteli con il filo nero.Con il filo arancione decor…

MTC S-cool: Il cestino del pane

Settembre è il mese dei grandi inizi dopo la pausa estiva. 
Mi è sempre piaciuto ritornare a scuola dopo le vacanze, vedere i compagni lasciati per 3 mesi, tornare alla routine, raccontarsi le esperienze vissute tra le onde o le  
Mtc s-cool è un ritorno sui banchi di scuola, la sensazione, a 20 anni di distanza è un po' cambiata, e spero anche la serietà nell'approccio allo studio, rispetto a quella che avevo allora.
La 1° lezione prevedeva la preparazione di un cestino del pane abbinato ad un ipotetico menù. 
Io ho scelto di partire dalle basi e fare le ricette esattamente come indicato nelle dispense fornite dai professori Maria Pia Bruscia, Manuela Valentini, Annarita Rossi e Antonietta Golino, senza modifiche (tranne l'utilizzo di parte di farina integrale nei cazzotti), così da "sentire" l'impasto di ogni preparazione, senza stravolgerlo con ingredienti che ne avrebbero, molto probabilmente, alterato la consistenza. 
Non ho scelto nessun menù in particolare,…