Passa ai contenuti principali

Paccheri ripieni di mazzancolle su crema di piselli e concassé di pomodori

La vittoria degli azzurri ha modificato tutti i nostri piani, e chi se l'aspettava che sarebbero arrivati in finale? Nessuno, tant'è che per oggi avevamo organizzato una cenetta con Marina e Francesco e alla fine, causa riti immodificabili, abbiamo dovuto anticiparla.
Ma cosa preparare con poco tempo a disposizione, una stanchezza devastante e una giornata costellata di imprevisti?
Ho pensato ad un primo fresco e appetitoso, Francesco lo avrebbe pagato 30 euro!





Ingredienti per 4 persone:
Per la crema di piselli:
1 scatola di piselli da 300 g
1 cipolla rossa di Tropea (piccola)
olio evo
sale e pepe
Per i paccheri ripieni:
12/16 paccheri 
200 g di code di mazzancolle
150 g di formaggio spalmabile
sale e pepe
Per la concassè:
7/8 pomodorini pizzutello
3 foglie di basilico
1 spicchio d'aglio
olio evo

Per prima cosa preparare la concassé, incidere la buccia dei pomodorini a croce con un coltello e immergerli in acqua bollente per 30 secondi, scolarli e trasferirli in acqua gelata. 
Eliminare la buccia e la polpa e tagliarli a piccoli cubetti. Condirli con uno spicchio d'aglio, le foglie di basilico e un filo d'olio e mettere in frigorifero a raffreddare.
Preparare ora la crema di piselli (io ne avevo un barattolo in casa, ma voi li potete usare sia freschi che surgelati), facendo bollire i piselli in acqua e sale per 5 minuti, scolarli e immergerli in acqua gelata. 
Sbucciare e tritare la cipolla e soffriggerla in 2 cucchiai di olio evo, aggiungere un po' d'acqua e continuare la cottura per altri 5 minuti. Aggiungere i piselli e fare insaporire per un paio di minuti prima di spegnere.
Bollire i paccheri in abbondante acqua salata, scolarli e metterli in verticale su un piatto e irrorarli con un filo di olio evo (io li ho mantenuti tiepidi in forno a 40°).
Soffriggere nel frattempo le mazzancolle in un padellino per 3/4 minuti, tagliarle a piccoli pezzi e unirle al formaggio, condire con abbondante pepe nero e farcire i paccheri con l'aiuto di una sac à poche.
Impiattare mettendo la crema tiepida a specchio sul fondo di un piatto, posizionare 3 o 4 paccheri in verticale e la concassé di pomodori intorno. 
Condire con una grattata di pepe fresco e un filo d'olio evo a crudo. 

Con questa ricetta partecipo al contest di Valentina e Cinzia Colors & food, what else?, che questo mese ci impedisce di usare il forno e di utilizzare verde e arancione nella nostra ricetta.

Commenti

  1. Che colori delicati ed allegri questa pietanza chic!
    ed invece stasera cosa gustate per cena??? :))

    RispondiElimina
  2. che delizia...si gusta prima con gli occhi, è una composizione meravigliosa!

    RispondiElimina
  3. Veramente un bel primo piatto, tra l'altro semplice da realizzare e molto appetitoso, brava Chiara!
    Buona Domenica
    Sonia

    RispondiElimina
  4. Caspita, ma che velocità!! Torno a casa e trovo già una ricettuzza e che ricetta!! Ti ringrazio molto per questo piatto, i paccheri ripieni mi piacciono molto e si prestano a tantissime farciture.
    Ti chiedo solo una piccola cortesia (anche se io farò del mio meglio per ricordarlo): mi riposti il link a commento il 5/7? Siccome il contest parte il 5 non votrrei correre il rischio di scordarmi il link di oggi :))
    Grazie mille,
    Vale

    RispondiElimina
  5. facciamo l'appello: piselli in dispensa, mazzancolle in freezer, pomodorini si....paccheri no, ma ho i conchiglioni......in settimana te li copio e il maritozzo ti sarà grato per sempre :-))

    RispondiElimina
  6. particolarissimo questo piatto e originale!

    RispondiElimina
  7. questa non me la perdo, una ricetta fantastica!

    RispondiElimina
  8. Colori splendidi e che bell'accostamento di sapori.
    Questa piace a me senz'altro e a mio figlio pure.. che vuole sempre *quei gamberetti grossi grossi....;-)
    Direi che si vede che i tuoi neuroni sono giovani... mica come i miei che, al massimo, con sto caldo e un invito improvviso... faccio una pasta al pesto e morta lì!
    Buonanotte, beata gioventù!!!
    Nora

    RispondiElimina
  9. Ti ho già fatto i complimenti ma li rinnovo!

    RispondiElimina
  10. Chiara, un piatto superbo, da grande chef, davvero... e sai che ho ben due pacchetti di pasta dell'esselunga del genere (conchiglioni e forse pure paccheri) che nn usavo perché senza ispirazione: GRAZIE!
    baci - baci - baci, troppo brava

    RispondiElimina
  11. che bel piatto, semplice ma di grande effetto! Bravissima. Un bacio e a presto

    RispondiElimina
  12. Che bello questo piatto complimenti paola

    RispondiElimina

Posta un commento

Lasciate commenti, consigli, critiche o complimenti, di certo li terrò presenti.

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari.
Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai.

Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe
Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio evo, aggiungere le cipolle e sfumare con mezzo bicch…

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca, me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta, fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti più intensi e lunghi…

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia "Dai! Ci scambiamo una ricetta?", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko, La ricetta della felicità. Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio questa zuppa che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli involtini di verza, avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fondo, ho trovato quest…