Passa ai contenuti principali

Insalata di tacchino e avocado

Non vi capita mai di divertirvi un sacco a scrivere dei post e poi, quando li rileggete a distanza di giorni, ritrovarvi a pensare "cazzo che palle!". 
Spesso rileggo i miei post, quelli che avevo trovato tanto divertenti e mi annoio. 

Stamattina a colazione lo raccontavo a quello che dovrebbe essere il mio fidanzato premuroso, coccolone, che mi da sempre ragione anche se dico le cavolate più assurde, l'uomo della vita, per intenderci e lui mi risponde:
"si, ogni tanto sei un po' patetica!", 
"Io patetica??? E per quale motivo?", 
"Scrivi del passato, i ricordi... ma i post che scrivi poi li rileggi?", 
"Certo che li rileggo", 
"E gli errori li correggi?", 
ormai innervosita "Certo che li correggo!!!", 
"Mah, non mi pare, nell'ultimo hai scritto in autostrada due volte".
Errata corrige:

Stamattina a colazione lo raccontavo a quello che è il mio fidanzato di solito premuroso, coccolone, che non mi da mai ragione anche se dice le cavolate più assurde, l'uomo della vita, per intenderci, che ora ho scoperto anche essere geloso di un amico strafigo che è riapparso dal passato. :-P



















Ingredienti:
300 g di petto di tacchino
2 avocado
10 pomodorini cigliegino
1 lime 
olio evo
sale e pepe
cajun: mix di spezie piccanti per barbeque

Cospargere le fette di petto di tacchino con il cajun (o spezie a piacere) e grigliarle in una padella antiaderente da entrambi i lati.
Farle intiepidire e tagliarle prima a listarelle e poi a quadratini di circa 1 cm.
Sbucciare gli avocado, provarli del nocciolo centrale e tagliarli a cubetti della stessa grandezza della carne, metterli in una ciotola e irrorare con il succo di un lime.
lavare e tagliare i pomodorini cigliegino in quarti e aggiungerli all'avocado, aggiungere anche la carne e condire con un paio di cucchiai di olio evo, sale e una grattata di pepe nero.
Mescolare il tutto e mettere in frigorifero per almeno mezzora prima di servirla a tavola.

Noi l'abbiamo mangiata all'interno di una piadina scaldata prima in padella e la salsa di pomodoro messicana, ma anche da sola è buonissima.

Commenti

  1. ottima idea... gustosissima insalata ...
    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  2. hahahaha... allora LUI ti legge!!!
    Morsi della gelosia a parte, sedalo con un po' delle tue meraviglie!
    Poi non farti menate, i tuoi post sono piacevoli, descrivono la parte di te che ti piace mostrare. Sono ricordi? Ecchissene! I ricordi siamo noi, sono il nostro DNA sono esperienze. Avere ricordi vuol dire avere vissuto!
    Questa insalata è sicuramente leggera e, forse, mi farà venire voglia di ri-assaggiare l'avocado ... che non è il mio alimento preferito... ci penso e ti faccio sapere.
    PS.. Ma avete tutti fatto incetta di assi da set fotografico????? Proprio vero che inside sono una casalinga e non una foodblogger!!! =D
    NOra

    RispondiElimina
  3. Che bello questo piatto :-D
    Ma era in vena di complimenti il tuo fidanzato premuroso? Tu NON sei patetica :-D

    RispondiElimina
  4. Ciao Chiara! Ho visto che in cucina non scherzi affatto! Sono felice di averti conosciuta! Senti un po' ma lo sai che anche a me non piace particolarmente la barbabietola? Ho voluto provare a fare queste scaloppine anche per mettermi alla prova e in effetti l'abbinamento zola-barbabietola non è per niente malvagio!
    Un'amica mi ha chiesto più volte di pubblicare una ricetta con l'avocado...la tua è davvero interessante....posso linkarti sul mio blog?

    RispondiElimina
  5. ahahahah sono i fidanzati gelosi a essere patetici!!
    io adoro l'avocado, grazie per questa gustosa ricettina :)))

    RispondiElimina
  6. :))) si, spesso mi capita di andare a ritroso nei post e di farmi 4 risate...rispetto ai post scritti tempo fa, gli attuali cerco di scriverli meno prolissi :)

    L'avocado lo mangio spessissimo nell'insalata della cena, accompagnata al pesce.
    Bella la presntazione di questo piatto, buonissimo l'abbinamento tra gli ingredienti, allegro l'accostamento cromatico.
    Baci

    RispondiElimina
  7. Mi sa di aver capito che post rilegge tuo moroso ;)
    Beh che dire del piatto! Adoro l'avocado e qui co vado a nozze! Da fare!!!

    RispondiElimina
  8. Fidanzati a parte, (per certe cose è meglio non chiedere a loro) ma sai quanto è buono questo timbalino?
    Ormai con il pollo ho stabilito un rapporto amore/odio... altro che fidanzati!!
    Se ti consola, il mio cozzaro dice che scrivo in modo penoso e mi darebbe una mano a correggere i miei post... sai cosa li hò risposto?

    ...meglio te lo dico in privato, va!

    besos

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari.
Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai.

Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe
Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio evo, aggiungere le cipolle e sfumare con mezzo bicch…

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia "Dai! Ci scambiamo una ricetta?", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko, La ricetta della felicità. Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio questa zuppa che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli involtini di verza, avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fondo, ho trovato quest…

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca, me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta, fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti più intensi e lunghi…