Passa ai contenuti principali

Focaccia pugliese con pomodorini

Lo sapevo che sarebbe successo, che prima o poi i miei benefattori del web si sarebbero protetti tutti, ma lo ammetto, non ero ancora pronta.
Inizialmente ho dato la colpa al terremoto, ma no, nessuna interruzione improvvisa, la dura verità è che anche Dodo&Lola, adesso Lola&Dodo, hanno messo la protezione alla loro connessione wireless.
E così ora mi trovo senza connessione internet da casa, è 4 anni che si sono succeduti una serie di benefattori con la flat che non mi hanno mai fatto optare per un contratto a pagamento. Ora devo solo sperare che la nuova inquilina del pianerottolo, che arriverà a giorni, utilizzi una connessione aperta o forse è il caso che finalmente la smetta di scroccare la linea agli altri e me ne metta una tutta mia. Ovviamente sarà blindata!!! :-P


















Ingredienti:
500 g di farina
200 g di lievito liquido super attivo (rinfrescato con pseudo-rinfreschi)
200 g di patate
10/15 pomodorini
2 cucchiai di olio evo
1 bicchiere d’acqua
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di sale
origano

Lessare le patate tagliate a tocchetti e una volta intepidite schiacciarle bene con una forchetta.
In una ciotola mescolare il lievito liquido con l’acqua, aggiungere lo zucchero, le patate e la farina e iniziare ad impastare, a questo punto aggiungere l’olio e il sale e continuare a lavorare il composto fino ad ottenere una pasta morbida e un po’ appiccicosa. Coprire la ciotola con pellicola trasparente e lasciar lievitare in un luogo asciutto per circa 7/8 ore.
Trasferire ¾ dell’impasto in una teglia da 26 cm di diametro unta d’olio e lasciar lievitare per un’altra ora.
Con il resto dell’impasto riempire con 8 stampi per muffins (1 cucchiaio per ogni stampino).
Distribuire sulla superficie i pomodorini tagliati a metà, spolverare con abbondante origano, sale grosso e olio evo.
Cuocere la focaccia in forno non ventilato a 200° per 30/35 minuti.

E questo è solo l'accompagnamento dei budini salati per l'MTC di maggio, per la ricetta completa dovrete aspettare domani.

Commenti

  1. Ho mangiato una volta la focaccia pugliese ed è buonissima! Con la tua ricetta provo a farla anch'io!

    RispondiElimina
  2. ma come, scrocchi internet?
    ma come, le dai a puntate adesso, le ricette??
    ma come, una di queste mini-focaccine non me le potevi recapitare a domicilio???

    ;)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sai, senza connessione ho un accesso limitato al blog, quindi 2 ricette insieme mi sembrava troppo :-P
      Lo faccio solo per rendere più semplice la ricerca, se no le focaccine chi le ritrova più, se stanno insieme ai budini?

      Elimina
  3. Buonissime! Ho fatto anche io delle focaccine pugliesi molto simili a queste baci

    RispondiElimina
  4. Hahahaha... per un mesetto circa ho fatto la scroccona anch'io, poi sono rinsavita e ho fatto un contratto che cambierò presto se non si decidono a sostituirmi il modem che si *incanta*!
    Incantevoli, invece, sono le tue focaccine. Se le penso singolarmente sarebbero una buona alternativa alla mia torta per la merenda di mio figlio.
    Ovviamente io uso il lievito fresco e non quello madre... avrebbe breve vita, con me!
    Buona giornata.
    Nora

    RispondiElimina
  5. Belle queste mini focaccine ^-^

    RispondiElimina
  6. focaccine favolose!! E, io sono per la rete condivisa! ^_*

    RispondiElimina
  7. e io che posso dire: sono buonerrimeeeee, le ho assagiate!!!!!!
    Grande Kikina, le farò!
    Un abbraccio
    Paola

    Ps. anche io scrocco la connessione a casa, ma è quella del SignorNo, che abita di fianco a me, e mi ha inserito i codici, così la cosa è legale, vero???? Uno dei vantaggi di avere un fratello come vicino di casa! :-)

    RispondiElimina
  8. Kika, dalle mie parti, un vecchio (e saggio) proverbio dice "l'è mìa semper festa!" e non penso servano traduzioni ;) però finora t'è andata benone!!
    e delle focaccine pugliesi nate con Alfie che diciamo!? solo un grandissimo GNAMMM!

    RispondiElimina
  9. Che carine così piccine, un boccone tira l'altro!!!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari. Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai. Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e  scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio ev

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca , me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta , fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti p

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia " Dai! Ci scambiamo una ricetta? ", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko,    La ricetta della felicità . Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio  questa zuppa  che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli  involtini di verza , avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fo