Passa ai contenuti principali

Lettere d'amore per Pinù e Masterchef

Il mese scorso mi è arrivata, con mia enorme sorpresa, una mail da Magnolia TV, mi dicevano che avevano visto il mio blog e che sembravo molto brava e originale e mi chiedevano se mi interessava partecipare ai casting  di un nuovo talent per aspiranti chef. 
Ho detto di si.
Per i provini dovevamo portare qualcosa preparato da noi. Siccome a disposizione ci mettevano solo un microonde per scaldare e ci avevano chiesto di fare qualcosa di non deperibile, ho scelto di portare questi dolcetti.

















L'idea è nata la scorsa settimana, Pinù (la mia adorata maestra delle elementari) veniva a bere il tè, le ho chiesto cosa potevo preparare e lei mi ha detto di fare qualcosa senza lo zucchero, è diabetica, così guardo un attimo in dispensa e ci trovo delle amarene sciroppate, del cioccolato fondente, del cocco, poi apro il frigo e guardo la ricotta e poi penso alla pasta fillo nel freezer... Il dolce era pronto! A parte le amarene, pochissime, non mi sembrava ci fosse niente di pericoloso per la sua salute, non avevo aggiunto zucchero e non ci avevo messo nemmeno le uova. Ne ha mangiati ben 2 e quelli avanzati glieli ho messi in un sacchettino, da portare a casa.
In quell'occasione ho scelto questi dolcetti come piatto da portare ai casting, con qualche piccola modifica, per i non diabetici.

Ricordo gli scontri, le litigate, le sberle (all'epoca le maestre non andavano in galera, se ti davano un ceffone ampiamente meritato), ma nonostante tutto questo, adesso che siamo entrambe donne, mi è rimasto l'affetto e la sensazione che avevi capito come ero fatta, con tutte le mie contraddizioni e le mie paure.
Mi hai fatto appassionare alla lettura, con Gelsomino nel paese dei bugiardi, mi hai fatto appassionare alla grammatica, con quelle piccole schede da compilare, mi hai fatto semplicemente appassionare alla vita.
Dato che sono stati i tuoi insegnamenti a farmi diventare, in parte, quella che sono, volevo dedicarti, con immenso affetto, queste lettere d'amore, le ho scritte e conservate durante i 20 anni in cui non ci siamo viste, in risposta a quella che mi hai scritto tu e che ancora custodisco gelosamente. Grazie Pinù.

















Ingredienti per 20 fagottini:
40 fogli di pasta fillo 10x10
500 g di ricotta di pecora
2 tuorli d'uovo
2 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di cocco in polvere
20 amarene sciroppate Fabbri
Per decorare:
albume d'uovo per spennellare
100 g di cioccolato fondente
cocco in polvere
amarene

Mescolare la ricotta con i 2 tuorli d'uovo, lo zucchero e il cocco. Scolare le amarene dal loro succo e tagliarle a pezzetti abbastanza grandi ed incorporarle alla ricotta.
Riempire con un cucchiaino di composto la metà dei fogli di pasta fillo, formare un triangolo unendo le estremità, ripiegare le punte dei 3 lati verso l'interno, a formare una bustina. Spennellare con l'albume d'uovo. Ricoprire ogni bustina con un'altro foglio di pasta fillo, seguendo lo stesso procedimento. spennellare con l'albume d'uovo e infornare a 180° fino a doratura. 
Sciogliere il cioccolato fondente a bagno maria, ricoprire metà fagottino, spolverare la superficie di cocco in polvere e porre mezza amarena al centro, come se fosse la cera lacca che chiude la busta. Far raffreddare su una graticola. E mangiarne a volontà.

Con questa ricetta partecipo al contest di Chiara e Angela del blog Sorelle in pentola, in collaborazione con Fabbri "Amarena amore mio"






al contest di Fabiana del blog Tagli e intagli, "100% original"






concorso ricette con la pasta fillo
e al contest di Ancutza del blog Matrioska's adventures, "Ricette con la pasta fillo"

Commenti

  1. tesoro, in bocca al lupo per questa bella opportunità e...che bel post dolce e pieno d'amore per la taua maestra.
    un bacione!

    RispondiElimina
  2. ehm ehm... mi sembra di averle già viste ste bustine, dove dove? bho????????? :-))

    RispondiElimina
  3. brava chiara, e a parer mio sei e sarai vincitrice in ogni caso.
    tivvibbì gigia

    RispondiElimina
  4. Bravissima Kika, complimenti per la letterina alla maestra ed anche per la ricetta, ma tantotanto per il casting! Brava!!

    RispondiElimina
  5. Si, si.....le ho viste anch'io....aspetta che ci pensoooo!!!!!
    Grande Chiara, sono davvero bellissime!!!! E tu sei uno spasso!!!!
    Un bacione
    Paola

    RispondiElimina
  6. @Ele:peccato che sei in Francia, se no saresti stata di sicuro dei nostri
    @Stella, PiccoLINA: è stato davvero un piacere conoscervi, l'attesa, apparentemente interminabile, è stata in realtà, uno scambio di idee, esperienze e un momento di allegria.
    A quando la prossima?
    @Subs:vedi come sopra e poi tu sei troppo buona, ma grazie del piattino, per quello son così belle.
    @Cinzia: ho finito un pò tardi al casting, ma presto ci si vede in valle.

    RispondiElimina
  7. L'amica in comune? Una rossa tutto pepe e con l'accento romanesco!

    RispondiElimina
  8. Ciao,
    sono Martina e vorrei invitarti a partecipare ad un contest su GialloZafferano che ti da la possibilità di vincere un premio d’eccezione: cucinare la tua ricetta a Vinitaly 2011!
    GialloZafferano in collaborazione con Venezia Opportunità, l’Azienda Speciale della Camera di Commercio di Venezia, propone un contest pieno di sorprese: Venezia nel piatto!
    Di cosa si tratta? Semplice!
    Crea una ricetta utilizzando uno degli ingredienti proposti, fotografala e postala sul Foum di Giallo Zafferano.
    Di tutte le ricette che parteciperanno al contest, cinque verranno selezionate da GialloZafferano e da Venezia Opportunità e verranno presentate a Vinitaly 2011 (Verona, 7-11 Aprile).
    Nel corso della manifestazione il vincitore dovrà cucinare la propria ricetta che verrà degustata insieme al vino DOCG Lison insieme a Sonia Peronaci nello Stand di Venezi@ Opportunità.
    Per maggiori informazioni, leggi il regolamento completo che trovi qui:
    http://www.giallozafferano.it/Vinitaly-venezia-nel-piatto.html
    Ti aspettiamo!

    RispondiElimina
  9. che pesnieri dolci :)
    complimenti, per i rpovini saranno perfetti ;)

    RispondiElimina
  10. Oh sì, questa lettera d'amore arriva dritta al cuore....ed al palato!!
    Deliziosa e golosa...in bocca al lupo!!

    RispondiElimina
  11. @Stefania: abbiamo ciacolato un pò su di te, adesso ho capito. Vabbè, non resta che vedersi quando approdi da queste parti. :-)
    @Erica: grazie mille! Speriamo bene :-P
    @Fabiana: crepi il lupo!

    RispondiElimina
  12. Questo post è veramente dolce. Mi rendo conto quanto certe persone siano importanti beìnella nostra vita. Vorrei avere anch'io un bel ricordo come il tuo di qualche professore o della maestra. E' vramente bello quello che hai scritto!
    In bocca al lupo per il casting, faccio il tifo per te! E questi dolcetti sono troppo carini, in più legati ad un momento bellisimo!
    un bacione e teniamo le dita incrociate

    RispondiElimina
  13. eccomi qui... che meraviglia i dolcetti che hai portato... sono sicurissima che sarà andata alla grande... tienimi informata... io tengo le dita incrociate... un baciotto

    RispondiElimina
  14. @Viola: paradossalmente le persone a cui mi sento più legata, sono quelle con le quali ho avuto più difficoltà, scontri e lei è una di quelle, ma meno male che l'ho incontrata!

    RispondiElimina
  15. CIao complimenti per la convocazione ed in bocca al lupo per i casting.
    Se ti va di partecipare, ti invito al mio contest plumcake.
    Ciao e alla prossima.

    RispondiElimina
  16. Le amarene sciroppate sono uno dei miei punti deboli(riconosco di averne tanti in materia di dolci:)e devono essere buonissime abbinate al cioccolato e alla croccante pasta fillo. Complimenti per la ricetta e in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  17. Me lo ricordavo questo post, commovente.
    Ora che me lo hai riportato alla memoria, lo farò leggere a mio figlio: giusto oggi mi hanno chiamato le maestre da scuola per andarlo a prendere: un attacco di "allergia acuta" alla scuola e tutti gli annessi, tradotto in un mal di cuore O_°!
    baci, e GRAZIE

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari. Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai. Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e  scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio ev

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca , me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta , fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti p

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia " Dai! Ci scambiamo una ricetta? ", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko,    La ricetta della felicità . Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio  questa zuppa  che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli  involtini di verza , avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fo