Passa ai contenuti principali

Confettura di arance rosse e zenzero

Lo sapete tutti, mi sento come se fosse già arrivata la primavera (anche se il tempo fa proprio schifo!) e quindi penso ormai di essere agli sgoccioli per la preparazione delle marmellate e confetture con la frutta invernale.
La marmellata di kiwi è già quasi finita, è tanto bello che a Filippo piaccia spesso quello che cucino, però questa cosa ha anche i suoi contro, lui spesso non è arginabile e quindi devo prevedere di prepararne sempre in abbondanza, altrimenti al 21 marzo non ci arriva niente.
Questa confettura l'ho fatta anche lo scorso anno, dopo essere stata folgorata da quella mangiata a colazione all'Hotel Corona di Bagni di Lucca, in occasione del nostro breve tour alla ricerca dei ponti del diavolo (in realtà era per festeggiare il mio compleanno, ma non lo ammetterò mai! :-P).
All'atto della prenotazione: "se le fa piacere, con soli 10 euro in più le diamo una camera con la vista sul fiume" - "no grazie, mi va bene qualsiasi camera, però dato che sarà il mio compleanno, se vuole farmi un regalo e accomodarci nella camera con vista fiume, allo stesso prezzo...". Non ci crederete, ma ci hanno accontentato!
Siccome, come avrete notato, ho la faccia come il c**o, le richieste al proprietario mica son finite con la camera con vista, perché non indurlo a raccontarmi la ricetta della confettura, riempiendolo di lusinghe e impietosendolo un pò per via del compleanno? :-P 
Se lo scorso anno l'avevo seguita quasi fedelmente, eliminando sempre un pò di zucchero, questa volta lo zucchero l'ho limitato in modo drastico, avendo come risultato una confettura di arance amara e in più ci ho aggiunto un pizzico di zenzero, che male non fa mai.

















Ingredienti:
1,3 kg di arance rosse
400 g di zucchero di canna
3 cucchiaini di zenzero

Incidere la buccia delle arance con una forchetta in più punti e metterle a bagno, in acqua, per 24 ore, cambiando l'acqua 3 o 4 volte.
Affettare le arance molto finemente e farle appassire in un tegame antiaderente a fuoco molto basso per 20 minuti, a quel punto aggiungere lo zucchero e lo zenzero e far cuocere a fuoco lento per un'oretta o fino a quando non avrà raggiunto la consistenza da voi desiderata.

Nel frattempo, sterilizzare i barattoli, così, invasare la marmellata a caldo, chiuderli ermeticamente e farli raffreddare capovolti.

Non vi dirò di usare arance bio, perché io in prima persona ho utilizzato quelle che avevo in casa, quindi spero che venga buona lo stesso e se voi le avete bio, bè, tanto meglio!

Quel bellissimo tulipano arancione nella foto fa parte di un mazzo meraviglioso che Filippo mi ha regalato ieri, non amo San Valentino e son sicura che anche per lui non significa niente, quindi la reputo una pura coincidenza, però quel mazzo di fiori, il primo che mi regala, mi ha riempito proprio il cuore di gioia.

Con questa ricetta partecipo al contest "gli agrumi" di Cinzia del blog Il ricettario di Cinzia. 

Commenti

  1. Sai che mi tenta? Non l'ho mai fatta, da come descrivi, ci va tutta la buccia, è cosi? Io nelle marmellate di frutta "normale" (cioè non troppo dolce) peso la fritta e metto il 50% di zucchero. Sul totale risutla circa una terza parte, non mi pare male.. Se mi scatta il bottone delal tua marmellata, la farò con questa dose. Bello il tulipano.. i regali fatti col cuore, sono i migliori ;)

    RispondiElimina
  2. ovviamente non posso pesare "la fritta" (ahahahhh) ma la FRUTTA, eh!

    RispondiElimina
  3. Ma sai che sembra veramente una bontà?!?!?! L'ho fatta la settimana scorsa la marmellata di arance...ma questa tua ricetta mi intriga! E poi sarebbe la volta buona che uso lo zenzero!!! bravissima, baci

    RispondiElimina
  4. @Cinzia: ci ho messo tutta la buccia (per la serie non si butta via niente) e di zucchero ne ho messo pochissimo, a caso, perché a me le marmellate e affini piacciono solo se si sente il gusto del frutto e spesso il troppo zucchero lo copre. Qui si sente il retrogusto piccantino dello zenzero, sono soddisfatta!
    @Gianni: la tua marmellata l'avevo vista e commentata e usalo sto zenzero, che è proprio buono e salutare. :-)

    RispondiElimina
  5. che tentazione irresistibile kika mi piace troppisssssimo!!!baci imma

    In collaborazione con Le Creuset, il mio blog ”Dolci a gogo” ha organizzato un contest "Tutto in cocotte". Tra tutte le ricette partecipanti sarà scelta la più meritevole premiata con 4 cocotte Le Creuset.
    Per altre informazioni corri a leggere il post.
    Ti aspetto
    Baci Imma

    RispondiElimina
  6. Lo zenzero nella marmellata? Maddai! La marmellata di arance è la preferita di mio marito e la faccio sempre con 1/3 di zucchero, a me invece piace di più al 50%. Quasi quasi provo a fare un barattolino per vedere se ci piace con l'aggiunta di zenzero! baci

    RispondiElimina
  7. Io ho una certa saggezza meraviglioso.

    RispondiElimina
  8. amo particolarmente lo zenzero...e questa confettura dev'essere favolosa!
    brava Kika!

    RispondiElimina
  9. Ciao!
    mi sembra una ricetta bellissima...Super energetica ^__^
    Vado subito ad aggiungere il tuo link!
    Un bacio
    Grazie

    RispondiElimina
  10. Ciao! Volevo chiederti se le arance le devo affettare con la buccia o senza.... scusa la domanda stupida ma me lo sono chiesta! =)

    RispondiElimina
  11. Amo molto la marmellata d'arance amare ma non ho mai usato lo zenzero....quasi quasi mi hai convinto!!!
    Mi sono unita ai tuoi sostenitori, cosi ti posso seguire.
    Se ti fa piacere passa a trovarmi
    Alla prossima

    RispondiElimina
  12. @Cinzia: piacere che ti sia piaciuta, il contest degli agrumi è quello che finora mi è piaciuto di più, si può creare un'infinità di ricette particolari e vista la partecipazione in massa...
    @Mari: si, le arance sono con la buccia, tutte intere, affettate molto sottilmente.
    @Laura: ciao e benvenuta. Passo di sicuro... spe che vengo!

    RispondiElimina
  13. Anch'io quest'anno ho aggiunto lo zenzero alla marmellata di arance...GODURIOSA! E che bel colore la tua. Un bacio

    RispondiElimina
  14. per me la primavera è ancora lontanissima.. ma questa marmellata me la fa sentire un po’ più vicino.. un bacio

    RispondiElimina
  15. Ciao Kika, la perseveranza premia sempre! Sono contenta che adesso riesci a vedere le foto sul Donne sul Web. Non so perchè possa accadere, ma succede solo a te :( prova a questo indirizzo:
    http://www.flickr.com/photos/cookingelena/
    Per quanto riguarda l'uso del latte al posto della panna, ti consiglio solamente di farla stringere un pochetto, altrimenti verrà un po' liquida!
    Buonissima la tua confettura, mi piace quel tocco originale dello zenzero.
    Un bacione

    RispondiElimina
  16. Grazie cara, al marito è piaciuta, molto presto la farò, ma secondo te su un kg di arance quanto zenzero metto? Quello fresco intendo... baci

    RispondiElimina
  17. @Stella: sinceramente non ho provato con lo zenzero fresco perché avevo ancora quello in polvere da finire, prova ad aggiungerne un filino meno, che secondo me è un pò più forte.
    Ho preso altri 2 kg di arance, la confettura è andata a ruba, mi sa che ne farò ancora e stavolta lo metto fresco anche io, che ne ho preso un bel pezzetto. Qualcuno ha idea di quale sarebbe la differenza? Ci potete dare il vostro parere in merito? Grazie

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari. Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai. Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e  scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio ev

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca , me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta , fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti p

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia " Dai! Ci scambiamo una ricetta? ", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko,    La ricetta della felicità . Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio  questa zuppa  che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli  involtini di verza , avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fo