venerdì 18 febbraio 2011

Chicche di patate con lardo, fave e cozze

A volte pensare a come nascono i piatti che cucino, mi fa un pò sorridere.
Stavo chiacchierando con Silvia, abbiamo fatto un pò di brain storming a riguardo di preparazioni un pò "particolari", utilizzando il lardo e piano piano nella mia mente si è configurato questo piatto.
Se le cozze stanno benissimo con i fagioli, perché non metterle anche in abbinamento alle fave? E se le fave stanno benissimo con la pancetta, perché non utilizzare il lardo?
Si, insomma, alla fine l'idea finale è questa, avrei preferito le fave fresche, ma aihmé in questo periodo non si trovano, quindi mi sono dovuta accontentare di quelle surgelate
Tra un paio di mesi magari avrò occasione di rifarlo con le fave fresche e vi dirò se farò variazioni alla ricetta, intanto...

















Ingredienti per 4 persone:
Per le chicche:
600 gr di patate a pasta farinosa 
150 gr di farina
1 cucchiaio di grana grattugiato
sale
Per il condimento:
200 g di cozze già pulite
200 g di fave
30 g di lardo di Arnad
sale, pepe

Lavare le patate e farle bollire con la buccia in acqua salata, finchè non saranno diventate morbide. Pelarle quando ancora sono calde e schiacciarle con lo schiacciapatate. Aggiungere la farina e il formaggio e impastare, fino ad ottenere un impasto omogeneo. Formare dei serpentelli di 1 cm di diametro e ricavare con il coltello dei piccoli quadratini. Spolverare di farina in modo che non si attacchino e lasciar riposare su una spianatoia.
Nel frattempo tagliare il lardo a listarelle e farle appassire in una padella antiaderente. Aggiungere le fave e un pizzico di sale, coprire e far cuocere per una ventina di minuti a fuoco lento.
Frullare a purea metà del condimento e tenerla da parte.
Cuocere le chicche di patate in abbondante acqua salata, quando saranno venute a galla, scolarle e metterle nella padella insieme alle fave, alle quali avrete aggiunto le cozze sgusciate, precedentemente pulite  e cotte a fuoco vivo in un tegame capiente, senza condimenti, e la purea.
Fare amalgamare il tutto con 3 cucchiai di acqua di cottura e servire con una spolverata di pepe fresco, decorando con un paio di cozze ancora nel loro guscio.

Ringrazio Gaia e Tiziana, dispensatrici ufficiali di piatti e stoviglie per le mie foto, per aver fatto da cavie per questo esperimento culinario e per aver fatto da assistenti nella fase fotografica. Su, la prossima volta andrà via più liscia. :-P

Con questa ricetta partecipo al contest di Eleonora del blog Burro e Miele, "Piatti unici"

9 commenti:

  1. apperi!!! :))
    messo in lista in bocca al lupo!
    bacioni

    RispondiElimina
  2. Non riesco nemmeno ad immaginare che sapore hanno queste chicche quindi non bisogna altro che provare a farle! Brava Kika!

    RispondiElimina
  3. Ciao Kika, grazie per aver visitato il mio blog. Piacere di conoscerti! Mi sa tanto che abbiamo una amica in comune!
    A presto. Stefania

    RispondiElimina
  4. A parte le cozze per cui non vado matta, sposo in tutto e per tutto questo piattino.
    Mi hai messo voglia di fave!!
    Ma non sono giustificata a quest'ora!! :D

    RispondiElimina
  5. solo a veder la foto sò già che adoro questa ricetta... leggendo gli ingredienti me ne sono proprio convinta! :D

    RispondiElimina
  6. cara gigia è sempre un piacere essere utile in qualche modo, e partecipare, anche se marginalmente, alle tue meravigliose e appetitose creazioni. e il grazie va a te mia cara, la cena era davvero strepitosa. bacione

    RispondiElimina
  7. Che delizia devono essere questi gnocchetti con le fave. Una vera chicca, di nome e di fatto. Bacioni, buon we

    RispondiElimina

Lasciate commenti, consigli, critiche o complimenti, di certo li terrò presenti.

Related Posts Plugin for Blogger...