Passa ai contenuti principali

La mia insalata di couscous, melone e gamberoni per il Club del 27

Un paio di settimane fa mia figlia Irene si è ammalata, una tosse fastidiosa e qualche lineetta di febbre. L'unico grosso problema è che è stata in ballo per quasi due settimane e di guarire proprio non ne voleva sapere.
Ovviamente la creatura sente quando mia zia parte per il mare e puntualmente sceglie quei giorni per ammalarsi dando vita ad una catena di aiuti umanitari per gestire la situazione.
La mia vicina di casa Milena è in odore di beatificazione, almeno per quel che mi riguarda.
Capita però che alla creatura non ci possa badare nessuno e che io, in una delle mirabolanti giornate di una mamma lavoratrice full time, debba stare a casa dal lavoro e occuparmi di lei e di portarla dal pediatra. Proprio lì accanto era giorno di mercato, abbiamo fatto un giro veloce per le bancarelle per comprare frutta e verdura e poi, pensando a questa insalata, anche i gamberoni.



Si dia il caso che il pescivendolo faccia il brillante con la creatura e le regali tre lumachine.
Si dia il caso che appena arrivata a casa io le metta in un barattolo adagiandole su un letto di foglie di insalata.
Si dia il caso che la mattina dopo le lumachine non siano più laddove le avevo lasciate e che io le abbia dovute cercare per tutta la cucina.
La sera dopo, vista la fuga della notte precedente, ho coperto l'imboccatura del vaso con pellicola trasparente e poi ho fatto dei piccoli taglietti con la punta di un coltello e ho messo il vaso in balcone.
Niente, sparite di nuovo.
Mi sono rassegnata, la notte queste scappano e la mattina vado a cercarle e le rimetto nel loro vaso, tanto son lumache, lontano non possono andare.




Insalata di Couscous, Melone e Gamberoni
Ricetta originale di Veronica Madonna tratta da Insalata daTiffany


Ingredienti per 4 persone
Per l'insalata:
1 mazzetto di Rucola
200 g di couscous crudo (originariamente bulgur)
300 g di pomodorini
8 gamberoni
30 ml di mirto
1 melone 
1 manciata di ciliegie
olio extra vergine di oliva
Per la citronette al peperoncino
4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
1 limone, scorza e succo
2 peperoncini freschi (io secchi)
sale q.b.
Foglie di menta per decorare

Portare ad ebollizione 500 ml di acqua salata e versarvi il couscous, tutto in una volta. Lasciarlo cuocere per circa 5 minuti e mettetelo in una terrina. Condire con il couscous con un paio di cucchiai d'olio e sgranarlo bene con una forchetta.
In una ciotola unire a 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva il peperoncino tagliato a rondelle e lasciare in infusione per una decina di minuti.
Mondare il melone e scavare la polpa con uno scavino tondo a formare delle piccole sfere. Pulire i gamberoni sotto acqua corrente, eliminare delicatamente il budello e asciugarli bene con carta assorbente da cucina. Farli saltare in un’ampia padella con poco olio extra vergine di oliva sfumando con il mirto, a fiamma vivace.
Privare il limone della buccia facendo attenzione a raccogliere solo la parte gialla, e spremerlo, filtrando il succo.
Preparate la citronette emulsionando il succo di limone con il sale e l’olio al peperoncino filtrato.

Disporre un letto di rucola su un piatto da portata e mettere al centro 4/5 cucchiai di couscous.
Unire le sfere di melone, i pomodorini e le ciliegie tagliati a metà, i gamberoni, infine decorare con le foglie di menta e le scorze di limone tagliate a julienne.
Condire con la citronette al peperoncino.


Presa dalla storia delle mie amiche lumachine mi ero quasi dimenticata di dirvi che oggi si cucina insieme ai membri del Club del 27, riproponendo le insalate del tema del mese della sfida MTC nr. 31 sulla Cesar Salad.

Commenti

  1. Ahahah caccia alle lumachine :) Complimenti per l'insalata

    RispondiElimina
  2. Che colori meravigliosi, è una gioia già per gli occhi, figuriamoci per il palato!! Ma poi le lumachine le hai adottate o le spacci al ristorante vicino casa? :D Un bascio e buon we

    RispondiElimina
  3. Che delizia! Il melone nelle insalate lo metto spesso ma quei gamberi saltati col mirto mmmmhhh

    RispondiElimina
  4. Poi dici che ti stolcherizzo, ma dimi cosa ci posso fare se abbiamo gli stessi gusti?
    Per fortuna ho visto prima la tua ricetta che trovo sia di una goduria (togliendo ovviamente il peperoncino che per me è mortale!) così ho virato su un'altra che mi ha conquistata solo a leggere il titolo, anche se nella lista ce n'erano tante che scegliere è stato un problema, come al solito...
    Questa la rifaccio tra poco e ti farò sapere...!!
    besos e la prossima volta le lumache coprile con una rette, tipo quella delle confezioni di patate... ;)

    RispondiElimina
  5. Se è buona la metà di quanto è bella...

    RispondiElimina
  6. Oddio, ho visto la foto delle lumache e le ho subito immaginate nell'insalata (cotte)! Deformazione mentale. Adoro la tua versione con il cous cous, la rifarò proprio così, mi piace di più la sua consistenza rispetto a quella del bulgur. Fai ancora la cacciatrice di lumache al mattino?

    RispondiElimina
  7. Stupenda! uno spettacolo di colori e di sapore!

    RispondiElimina
  8. Voto alternativa cous cous anche io!
    Per le lumache invece non ho la stessa tua passione.

    RispondiElimina
  9. Ma come fanno a scappare le lumache?!? Sono sempre lì dintorno a farvi compagnia?
    ps. l'insalata è parecchio invitante!

    RispondiElimina
  10. roba da rifare subito subito!! Adoro il melone nelle insalate, a dire il vero adoro il melone dappertutto.

    bravaaaa

    RispondiElimina
  11. bellissima questa insalata e pure molto estiva! proprio da copiare!... arrivo con ritardo imperdonabile ,ma arrivo! Noi mamme lavoratrici full time... ;) come stanno le lumachine?

    RispondiElimina

Posta un commento

Lasciate commenti, consigli, critiche o complimenti, di certo li terrò presenti.

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari.
Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai.

Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe
Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio evo, aggiungere le cipolle e sfumare con mezzo bicch…

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca, me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta, fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti più intensi e lunghi…

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia "Dai! Ci scambiamo una ricetta?", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko, La ricetta della felicità. Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio questa zuppa che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli involtini di verza, avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fondo, ho trovato quest…