Passa ai contenuti principali

Cheesburger con radicchio, carciofi e provolone

Avevo mille progetti per questo fine settimana, ma uno sfigatissimo venerdì (non a caso proprio 17) ha rovinato un po' tutti i piani. 
Iniziamo con la giornata di ieri, era prevista la donazione del sangue, un bellissimo pomeriggio con Filippo che non lavorava e poi una serata un po' diversa dal solito con aperitivo e cinema.
Ecco invece com'è andata: niente donazione perché la mia pressione non ne ha voluto sapere di salire a livelli accettabili, nonostante mi abbiano fatto fare colazione, per poi bere nuovamente un caffè e mangiare persino delle arachidi salate, sono uscita dall'ospedale a mezzogiorno e ormai anche andare al lavoro non conveniva davvero, quindi ho preso ferie e son rimasta a casa con Filippo che invece che affievolire la mia incazzatura per aver perso la mattinata per niente, ha peggiorato le cose facendosi venire prima un attacco di letargia acuta e poi si anche messo a studiare. Io ho passato quindi il pomeriggio da sola davanti alla tv e mi sono innervosita talmente tanto che alla fine è saltata anche la serata cinema.
E poi oggi dovevo vedere delle amiche e conoscere il pargoletto di una di esse e domani andare in montagna con altri amici, ma a causa della pioggia che prevedono anche quei programmi sono stati cancellati. Mi consolo solo con il fatto che al cinema ci andrò domani pomeriggio e con questo fantastico panino che ho preparato solo per me. 
Considerando che possiate essere, al contrario di me, più propensi a condividere il vostro pasto, vi lascio le dosi per 2 persone.


















Ingredienti per 2 persone:
2 carciofi
1 cespo di radicchio rosso lungo
4 fette di pane in cassetta
4 fette di provolone dolce
1 scalogno piccolo
olio
aceto
sale e pepe 

Pulire i carciofi eliminando le foglie esterne, parte del gambo, la punta e la barbetta interna e metterli a bagno in acqua e limone. Scolarli, affettarli finemente e soffriggerli a fuoco vivo in una padella con lo scalogno e un filo di olio evo. Aggiungere sale e pepe.
Nel frattempo affettare finemente anche il radicchio e scottarlo pochi minuti a fuoco vivo con un filo d'olio e di aceto di vino bianco, aggiungere sale e pepe.
Con l'aiuto di un coppapasta ricavare dei cerchi dalle fette di pane (perfetto sarebbe quello ai 5 cereali, ma io purtroppo ne avevo una fetta sola ed ho usato quello bianco, le due estremità) e tostarlo brevemente su una piastra molto calda o nel tostapane. 
Formare infine il panino mettendo una fetta di pane sul fondo del coppapasta, una fetta di provolone dolce, il radicchio, un'altra fetta di provolone, i carciofi e infine chiudere il tutto con un'altra fetta di pane. Il calore delle verdure farà sciogliere il formaggio rendendo questo mini hamburger vegetariano un pranzo davvero godurioso. 
Ah, se Mc Donald's mi presentasse un super size così... 
Direi che posso fare invidia anche a Marchesi!

Le mie fotoCon questa ricetta partecipo (finalmente) al contest di Ambra del blog Il gattoghiotto, in collaborazione con Malvarosa Edizioni, "La piccola bottega di campagna"

Commenti

  1. Mi ostino a sostenere che cuocere i carciofi è un delitto!

    RispondiElimina
  2. ahahhh! il fidanzato letargico! Questa parola, dimenticata da anni, mi fa ridere perché di questo soffre anche mio marito... e mi fa un nervoso, buttare via il tempo così!
    Invece il paninozzo mi fa tanta gola! Molto molto ben fatto, brava Kika (chiara picoco!)

    RispondiElimina
  3. Ciao Kika, se ti può consolare capita a tante di noi di avere talvolta una mummia a casa, insensibile all'energia travolgente di chi gli sta accanto, a me poi viene il nervoso perché il più delle volte invece di piantarlo e organizzarmi per conto mio mi lascio trascinare dalla sua "letargia"...ma ogni tanto mi ribello e alla fine, incredibile! si risveglia da un torpore secolare e pure si diverte ;)
    Squisito panino, sarà che adoro i carciofi, buona domenica Alejandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo essere sincera, lui di solito è un uomo iperattivo, quindi la letargia è un caso, ma proprio nel momento in cui io sono in ferie???

      Elimina
  4. che invitante hamburger..fuori dai soliti schemi. Mi piace. Brava

    RispondiElimina
  5. Che spettacolo! Brava...molto invitante! è bello il tuo blog :9 notte...anna

    RispondiElimina
  6. Mamma mia!!!!!E' una vera visione!!!!Grazie mille tesoro!!Bacio

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari. Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai. Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e  scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio ev

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca , me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta , fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti p

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia " Dai! Ci scambiamo una ricetta? ", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko,    La ricetta della felicità . Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio  questa zuppa  che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli  involtini di verza , avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fo