mercoledì 30 marzo 2016

Canederli di spinaci al burro d'arancia


Il fatto di lavorare così vicino a casa ha milioni di risvolti positivi: si eliminano le perdite di tempo legate agli spostamenti nel traffico, ho il dottore vicino, le bambine vicine, mi basta il monopattino per correre di qua e di là a fare le commissioni più varie...
correre...
ecco corro sempre e non mi riposo mai.
Il fatto di lavorare così vicino casa ha un unico grandissimo difetto, non mi permette mai di riposarmi.
Ho un vago ricordo di viaggi in macchina ad ascoltare la radio e telefonare agli amici, di viaggi in treno a leggere libri, di pause pranzo al parco in compagnia di un buon libro seduta nel prato o di qualche cara amica, di corse nel bosco costeggiando il fiume, di lunghe camminate in solitaria… 
Ho un vaghissimo ricordo di quello che un tempo era riposo e adesso invece si riassume così, con il racconto di una pausa pranzo tipo, nello specifico quella in cui ho fotografato e mangiato questo piatto:
12:30 esco dall’ufficio
12:35 sono a casa e… 
passo l’aspirapolvere in sala/cucina, lavo il pavimento, nel frattempo metto l’acqua a scaldare… 
tolgo i panni stesi dallo stendino e metto quelli sporchi in lavatrice… 
metto il succo di mandarino nel pentolino sul fuoco, si brucia e rifaccio da capo…
tuffo i canederli nell’acqua, recupero la macchina fotografica (per il cavalletto non c’è tempo). preparo il set e faccio la foto...
scolo i canederli e li metto nel piatto sullo specchio di salsa al burro, formaggio, pepe e fotografo alla bell’è meglio…
13:20 mangio le 4 palline magiche in 3 secondi netti… 
rifaccio il letto, corro in bagno a far pipì e poi via di corsa a prendere il monopattino per tornare in ufficio
13:30 varco la soglia del luogo dove passerò le prossime 4 ore… proprio vicino a casa.
Purtroppo non si tratta del racconto di una giornata un po’ particolare, da 2 mesi a questa parte i ritmi sono questi, basti pensare che questa ricetta è in attesa di essere pubblicata da più di 15 giorni.
Non mi sembrava vero di avere un po' di ricette in programmazione, ultimamente il blog è tenuto in piedi dalla sfida mensile dell’MTC e invece questo mese non sono riuscita a partecipare nemmeno a quella, in compenso però spero di riuscire a farvi assaggiare questi morbidissimi canederli, che hanno sempre sapore di MTC, dato che la ricetta a cui mi sono ispirata è quella dei Canederli di Monica del blog One in a Million tema della sfida di gennaio 2015


















Ingredienti per 4 persone:
Per i canederli:
300 g di pane raffermo
125 g di parmigiano reggiano
100 g di spinaci
2 uova
200 g di latte
1 cucchiaio di farina
noce moscata
sale e pepe q.b.

Per condire:
4 mandarini 
30 g di burro
30 g di parmigiano reggiano
sale
pepe nero

Prendere un terrina capiente e versarvi il pane raffermo tagliato a cubetti di 1 cm massimo.
In una ciotola unire le uova ed il latte a temperatura ambiente e sbattere leggermente per rendere il liquido omogeneo; versare sul pane, mescolare bene e lasciar riposare, mescolando ogni tanto, per almeno 20 minuti.
Prendere la ciotola col pane ammorbidito e saggiarne la consistenza con le mani; dev'essere morbido, umido, ma non inzuppato, e compattandolo non dev'essere troppo appiccicoso.
E' un passaggio fondamentale, non fatevi ingannare dall'apparenza asciutta versando altri liquidi, pena la disfatta in cottura.
Aggiungere il parmigiano grattuggiato grossolanamente, gli spinaci lessati e strizzati, il sale, il pepe e la noce moscata.
Mescolare velocemente, quindi unire la farina.
Impastare a fondo con le mani, compattando e distribuendo in maniera omogenea gli ingredienti, pressando bene.
Il composto sarà leggermente colloso, rimarranno dei piccoli residui sulle mani, ma pochissimi.
Inumidirsi leggermente le mani e formare una sfera, prima roteando e poi pressando a fondo con le mani, che abbia un diametro di 4 cm.
Fare subito la prova di cottura, facendo bollire il canederlo in acqua salata per 4/5 minuti.

Inrtanto che i canederli cuociono preparare la salsa al burro facendo scaldare il succo di mandarino, aggiungere il burro e cuocere fino a quando non si sarà le addensato un pochino. Togliere dal fuoco e continuare a girare fino a quando la salsa non avrà raggiunto la densità desiderata.
Scolare bene e mettere su uno specchio di salsa al burro al mandarino, cospargere di formaggio grattuggiato e pepe nero e decorare con qualche fogliolina di basilico

1 commento:

  1. Li ho fatti una sola volta e mi sono piaciuti molto!!! Complimenti

    RispondiElimina

Lasciate commenti, consigli, critiche o complimenti, di certo li terrò presenti.

Related Posts Plugin for Blogger...