Passa ai contenuti principali

Peperoncini tondi ripieni al tonno

Finalmente li abbiamo provati.
Sono rimasti nel loro barattolone ben sterilizzato, affogati nell'olio, per quasi 3 mesi e ne sono usciti indenni, purtroppo non è stato così per altri loro compagni in ben 2 barattoli più piccoli, ma almeno questi sono sopravvissuti.
E sono buoni, piccanti al punto giusto e, per fortuna, TANTISSIMI.

Intanto io mi sono messa a dieta, ho deciso che il solo fatto di allattare non mi deve incoraggiare a mangiare tutti i dolci del mondo e che sono anche mamma e quindi pienamente in grado di rinunciare ad almeno 4 cioccolatini su 8 e a 4 biscotti su 6.
Ci sono ancora quei 2 chili e mezzo (nel frattempo sono diventati 4!!!) che mi impediscono di mettere un sacco di vestiti che giacciono nell'armadio sconsolati. Settimana scorsa ho provato una camicia e mi arrivava all'ombelico, sembravo un personaggio dei cartoni animati, troppo ridicola.
Mio marito lo capisco quando dice che non vuole più vedermi accollata, con maglie larghe e chi più ne ha più ne metta, dice che devo fare shopping e ogni moglie sana di mente sarebbe felice, io no!
Gli unici negozi in cui entro volentieri sono il supermercato e la libreria, il resto è una fatica.
Ieri però sono riuscita a comprarmi una magliettina con il 50% di sconto, l'ho pagata 30 euro e questo dimostra che non ci so proprio fare :-P

Maritino mio, abbi fede, prima perdo questi chili di troppo e poi darò fondo alla carta di credito.
Poi non ti lamentare però!!!


















Ingredienti:
30/35 peperoncini tonti piccanti
240 g di tonno sott'olio
5 acciughe 
1 manciata di capperi
sale
aceto di vino bianco
olio di oliva

Lavare i peperoncini, tagliare la parte superiore appena sotto il picciolo ed eliminare tutti i semi.
Sbollentarli in acqua e aceto per trenta secondi, scolarli e farli asciugare capovolti per un giorno.
Preparare il ripieno frullando il tonno, le acciughe, i capperi e il sale.
Riempire i peperoncini e metterli in un barattolo ben sterilizzato e coprirli completamente di olio di oliva.
Conservare in luogo fresco e asciutto per almeno un mese prima di consumarli.

Commenti

  1. questi peperoncini sono davvero squisiti!!! io non li faccio mai a casa ma sarà sicuramente una soddisfazione in più!! ;)

    RispondiElimina
  2. Mi sa che tutte abbiamo vissuto questo stato d'animo....sentirci insicure ed infagottarci all'estremo per nasconderci! Con risultati....opposti!
    Forse tuo marito vuole vederti appagata e femminile, se ti chiede di "scollarti" o quanto meno di scoprirti un po' vuol dire che evidentemente vede strepitosamente bello quello che tu invece vuoi nascondere. Noi donne sappiamo farci delle palle spaziali.

    Peperoncini super, i miei piccanti....e pure molto;))

    RispondiElimina
  3. Tieni duro, anche senza troppe rinunce, ma un pò di moto in più ed il ritorno alla routine quotidiana ti permetteranno il ritorno al tuo peso, vedrai ;)
    Fantastici questi peperoncini! noi li abbiamo sempre acquistati già pronti (anche perchè non li abbiamo mai trovati piccini da farcire :-( ), ma quelli che avete preparato ci sembra non abbiano nulla da invidiare...anzi!!!
    Bacioni

    RispondiElimina
  4. Adoooooro i peperoncini ripieni!!!!!
    Quando vuoi ci andiamo insieme a fare shopping, ok??? Prima passiamo in libreria, poi un caffe' insieme....e poi andiamo a strisciare ste carte di credito! ahahahah
    Un bacione gioia

    RispondiElimina
  5. Mai fatto conserve salate! Questa però la devo provare, visto che il Martirio ne ha fatto fuori un vaso da solo a casa di amici.
    Un bacione a tutti e tre.
    Nora

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari. Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai. Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e  scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio ev

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca , me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta , fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti p

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia " Dai! Ci scambiamo una ricetta? ", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko,    La ricetta della felicità . Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio  questa zuppa  che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli  involtini di verza , avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fo