Passa ai contenuti principali

Insalata di pollo e melagrana e la pubblica accusa

Sono le 22 passate e mi sono appena seduta sul divano. Mio marito lavora, mia figlia dorme, ho mangiato alle 21, dopo aver passato l'ora precedente ad imboccare una nanetta che di mangiare proprio non ne voleva sapere, piove (governo ladro!), ho fatto la spesa per mia madre, sono uscita senza ombrello, ho chiesto a Filippo di disfare il letto e non ha pensato che intendevo anche "rifallo" quindi ci ho pensato io (di solito però è bravissimo), ho appena steso i panni e invece che mantenere il primo buon proposito del 2014,leggere, leggere e ancora leggere, sono qui a scrivere un post per questo blog dimenticato.
Scrivo qualcosa in un posto pubblico e la gente legge e in fondo alla pagina c'è anche la possibilità, udite udite, di commentare, di criticare... 
Ma non è così ovunque, ci sono dei posti virtuali, dove una persona può fare una pubblica accusa IN MODO CHE TUTTI SAPPIANO e pretendere che non si commenti: "chiedo a tale Kika di non entrare in merito, grazie"
Ma dico, sei impazzita? Va che la giornata è stata difficile per tutti e io non ti posso nemmeno dire che i fatti tuoi te li devi smazzare in privato?
Te lo dico anche qui, pubblicamente: IO NON TI CONOSCO E I FATTI TUOI NON MI INTERESSANO E SE ME LI VUOI FAR PROPRIO SAPERE, SE COMMENTO NON MI DIRE DI STARE ZITTA CHE POI NON RIESCO A LEGGERE JANE EYRE E PASSO IL TEMPO CON IL PC E IL TELEFONO IN MANO.
E MANGIO ANCHE UN SACCO DI TARTUFINI AL CIOCCOLATO, andando contro al secondo buon proposito del 2014, la dieta!

Ecco, adesso spengo tutto e mi metto a leggere.

Intanto vi lascio un'ottima insalata per sciacquarvi la bocca :-P  

Buonanotte a tutti e... commentate, se volete!!!



La ricetta è liberamente tratta dal menù della Locanda alle Fonti di Sant'Omobono terme

Ingredienti:
400 g di petto di pollo
1 cespo di indivia belga
chicchi di 1/2 melagrana
zeste di 1 arancia
1 limone
olio evo
sale e pepe

Bollire il petto di pollo in acqua leggermente salata, aromatizzata con una foglia di alloro, qualche bacca di ginepro e il succo di un'arancia, per mezzora. Lasciar raffreddare.
Sfilacciare il petto di pollo e metterlo in una ciotola, condire poi con chicchi di melagrana, indivia belga tagliata a striscioline e zeste d'arancia.
Aggiungere il succo di limone, olio evo, sale e pepe.

Mangiatene tanta, alla faccia di chi vi vuole male, perché è buonissima.

Commenti

  1. Ricca questa insalata di pollo e si adatta proprio ad ogni stagione per gli ingredienti che la compongono!
    bacioni

    RispondiElimina
  2. Du buoni propositi andati… ecco perché non ne faccio… sia mai incontri una str… ! ;)

    RispondiElimina
  3. Non ti far sangue amaro per certa gente, come nella vita reale ci sono le persone normali e le A-B normal!! :-) la tua insalata è fresca e originale, ieri non sapendo cosa farne della belga, l'ho cotta alla piastra pensa te! la tua è un concentrato di preziose vitamine e la melagrana mi piace un sacco! proverò anche questa, da brava capra quale sono!!
    bacioni a te e alla piccola!

    RispondiElimina
  4. Buoooona questa insalata!!!! Mi piace tanto, si, si! Vero che me la prepari la prossima volta che ci vediamo???? :-)
    Un bacione a te e alla tua nanetta fantafavolosa!!!
    smack

    RispondiElimina
  5. non ci ho capito niente, ma di fronte a Jane Eyre non c'è scusa che tenga. Va da sè che ti chiederò un parere in merito agli sviluppi della love story :-)
    e non t'arrabbiare, dai!

    RispondiElimina
  6. Carissima, posso solo immaginare dato che capire è un po' più difficile, ti dico solo che nella vita ce ne sono tante di cose nelle da guardare invece che leggere scritti di persone immeritevoli e sciocche ;)))
    Di certo la tua insalata e Jane Eyre sono due ottimi esempi (e anche quel buon tartufino che ogni tanto fa bene!!)
    Un abbraccio, belle ragazze

    RispondiElimina
  7. quasi quasi faccio bene a non commentare quasi più!
    Ma questa insalata richiedeva un saluto veloce .
    Meglio concentrarsi sui buoni propositi, piuttosto che star dietro a queste storie !

    RispondiElimina
  8. Passa e va oltre, questo è l'unico modo!
    Un abbraccio,
    Cri

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari. Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai. Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e  scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio ev

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca , me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta , fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti p

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia " Dai! Ci scambiamo una ricetta? ", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko,    La ricetta della felicità . Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio  questa zuppa  che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli  involtini di verza , avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fo