Passa ai contenuti principali

Baci per la mia dama

Molto spesso ti immagino... 
Il colore dei tuoi occhi, 
la prima volta che si apriranno al mondo. 
Il tuo primo sorriso 
dedicato a me. 
Ogni tuo respiro è vita. 
Sento battere il tuo cuore 
in fondo al mio, 
all'unisono. 
Sei tutto ciò che una donna possa desiderare, 
sei tutto ciò che io desidero. 
Sei tu il mio sogno.


Baci al cocco con ganache ai mirtilli


Ingredienti:
Per i biscotti:
50 g di nocciole
50 g di burro
50 g di zucchero 
30 g di farina 00
20 g di farina di cocco
Per il ripieno:
50 g di cioccolato bianco
40 g di panna fresca
10 g di succo puro di mirtilli


Mescolare velocemente le nocciole tritate finemente, il burro, lo zucchero e la farina, formare una palla e metterla in frigorifero per un'ora, avvolta nella pellicola trasparente.
Una volta raffreddato, togliere l'impasto dal frigorifero e formare delle palline grandi come delle nocciole di circa 5 g l'una, disporle su una leccarda ricoperta di carta forno, leggermente distanziate l'una dall'altra e mettere in frigorifero finché non saranno belle fredde (io le ho fatte ibernare sul balcone per una paio d'ore in una giornata invernale).
Preriscaldare il forno statico a 140° ed infornare i baci per 20 minuti. Lasciar raffreddare a temperatura ambiente.

Sciogliere il cioccolato bianco in un pentolino con la panna fresca, versare il liquido ottenuto in una ciotola capiente e porre in frigorifero per mezzora. Una volta raffreddata, togliere la ciotola con il composto di panna e cioccolato dal frigorifero, montare il tutto con una frusta elettrica fino a che non raddoppierà di volume. Aggiungere il succo di mirtilli, montare con la frusta per altri 2 minuti e riporre nuovamente in frigorifero fino ad utilizzo.


Baci al cioccolato con ganache all'arancia




Ingredienti:
Per i biscotti:
50 g di mandorle
50 g di burro
50 g di zucchero 
25 g di farina 00
25 g di cacao amaro
Per il ripieno:
50 g di cioccolato bianco
40 g di panna fresca
10 g di succo d'arancia
scorza d'arancia grattugiata


Mescolare velocemente le mandorle tritate finemente, il burro, lo zucchero, il cacao e la farina, formare una palla e metterla in frigorifero per un'ora, avvolta nella pellicola trasparente.
Una volta raffreddato, togliere l'impasto dal frigorifero e formare delle palline grandi come delle nocciole di circa 5 g l'una, disporle su una leccarda ricoperta di carta forno, leggermente distanziate l'una dall'altra e mettere in frigorifero finché non saranno belle fredde (io le ho fatte ibernare sul balcone per una paio d'ore in una giornata invernale).
Preriscaldare il forno statico a 140° ed infornare i baci per 20 minuti. Lasciar raffreddare a temperatura ambiente.

Sciogliere il cioccolato bianco in un pentolino con la panna fresca, versare il liquido ottenuto in una ciotola capiente e porre in frigorifero per mezzora. Una volta raffreddata, togliere la ciotola con il composto di panna e cioccolato dal frigorifero, montare il tutto con una frusta elettrica fino a che non raddoppierà di volume. Aggiungere il succo d'arancia e la scorza grattugiata, montare con la frusta per altri 2 minuti e riporre nuovamente in frigorifero fino ad utilizzo.


Baci alle mandorle con caramello salato





Ingredienti:
Per i biscotti:
50 g di mandorle
50 g di burro
50 g di zucchero 
50 g di farina 00
Per il ripieno:
75 g di zucchero
50 g di panna fresca
25 g di burro
1 pizzico di sale

Mescolare velocemente le mandorle tritate finemente, il burro, lo zucchero, il cacao e la farina, formare una palla e metterla in frigorifero per un'ora, avvolta nella pellicola trasparente.
Una volta raffreddato, togliere l'impasto dal frigorifero e formare delle palline grandi come delle nocciole di circa 5 g l'una, disporle su una leccarda ricoperta di carta forno, leggermente distanziate l'una dall'altra e mettere in frigorifero finché non saranno belle fredde (io le ho fatte ibernare sul balcone per una paio d'ore in una giornata invernale).
Preriscaldare il forno statico a 140° ed infornare i baci per 20 minuti. Lasciar raffreddare a temperatura ambiente.

Mettere lo zucchero in un pentolino con un fondo spesso e farlo sciogliere a fuoco basso senza mescolarlo fino a quando non diventerà ambrato e in un'altro pentolino far bollire la panna. 
Una volta pronto il caramello unire la panna (attenzione agli schizzi) e continuare a mescolare per amalgamare il tuttoTogliere dal fuoco ed aggiungere il burro ed un pizzico di sale, mescolare e far raffreddare.


E per far tesoro degli errori, vi faccio vedere come sono venuti al primo tentativo fatto con la mia adorata Paoletta durante la nostra annuale giornata biscottosa.
L'impasto lo avevamo fatto nel mixer e la cottura è stata fatta a 160° con forno ventilato per 20 minuti.
La sera stessa mi sono attaccata ad internet per capire, grazie ad esperienze di altri, cosa avevamo fatto di sbagliato per farli spatasciare in cottura. 
E grazie a questo post che mi ha fatto leggere Alessandra, sono riuscita ad ottenere dei baci bellissimi, ho impastato a mano e ridotto la temperatura in cottura.
Così facendo ho evitato un altro suicidio di massa.


I dischi volanti decorati con cioccolato fondente li ho portati in ufficio, erano buonissimi e sono stati apprezzati da tutti i miei colleghi.

Commenti

  1. La voglia di abbracciarti forte forte, leggendo questo post aumenta a dismisura.
    Le anime felici fan brillare gli occhi del mondo.
    La tua bellissima dama nascerà con questa dolcezza, con la voglia di assaggiare i tuoi biscotti, con il tuo dolcissimo sorriso.
    Baci piccol.E....
    Nora

    RispondiElimina
  2. Il suo primo sorriso......mi sa che stia già sorridendo, protetta e felice, ma che bellissima dedica!!!!

    Un abbraccio a voi due,

    Fabi

    RispondiElimina
  3. Kikina mia... la tua damina e' fortunatissima ad avere una mamma come te e io ad averti come amica!
    Ti sono venuti uno splendore, mi sa che ci riprovo seguendo le tue indicazioni.

    Un bacione gioietta!

    RispondiElimina
  4. kika cara, che emozione leggere queste parole! E' un periodo magico questo, goditelo tutto!
    p.s.: ho fatto una prova di cottura dei baci di data a 160°, ma lo sai che si sono schiacciati un po? Ora provo a 140 come da tuo consiglio, un bacietttoooo :-)

    RispondiElimina
  5. quanta meraviglia, fuori e dentro di te...buon natale!

    RispondiElimina
  6. ..che splendore queste parole, Chiara.. che momenti meravigliosi, li ricordo con grande nostalgia.
    E davvero, come dice Aria, quanta bellezza dentro di te, che poi produce queste cose meravigliose! La ganache viola mi ha sbalordito.
    Io i bacetti li cuocio senza troppe attenzioni, a quasi 200° statico per pochissimi minuti: SORVEGLIO A VISTA. Ma in effetti l'impasto è quello dei baci di dama. ora vado a vedere il post che dici.
    Intanto, un abbraccio affettuoso, per tutti e tre :) e a presto combinare quell'incontro perso per altri impegni incombenti ;))

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari.
Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai.

Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe
Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio evo, aggiungere le cipolle e sfumare con mezzo bicch…

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia "Dai! Ci scambiamo una ricetta?", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko, La ricetta della felicità. Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio questa zuppa che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli involtini di verza, avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fondo, ho trovato quest…

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca, me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta, fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti più intensi e lunghi…