sabato 24 novembre 2012

Crostata con ricotta e gocce di cioccolato

Sabato sera, per accompagnare la cena tutta siciliana a base di arancine ed insalata di arance e finocchi, ho deciso di fare una crostata mangiata a Palermo, nel bellissimo B&B Al galileo siciliano che ci ha ospitato.
Se fate una puntatina a Palermo e non sapete dove andare a dormire, vi consiglio questo posto, è molto economico e non proprio nel centro storico (dista 10 minuti a piedi dalla stazione, quindi comodissimo per chi, come noi, si sposta con il treno), ma l'ospitalità è fantastica e anche la struttura, pulita e ben ammobiliata. Ma il top è sicuramente la colazione, ricca di dolci fatti in casa, dai più classici cannoli con la ricotta a torte di vario tipo e poi c'è frutta, brioches, e anche il salato, per chi ama una colazione continentale.

Il secondo giorno ho assaggiato questa torta, di una bontà esagerata e non ho resistito, ho dovuto chiedere la ricetta. Francesca, la ragazza che l'ha preparata è stata contentissima e mi ha subito accontentata e per questo la ringrazio immensamente.




















Ingredienti:
Per la pasta:
300 g di farina 00
150 g di zucchero
100 g di burro
2 uova
scorza di mezzo limone
1 bustina di lievito
Per il ripieno:
560 g di ricotta di pecora
130 g di zucchero
70 g di gocce di cioccolato fondente

Preparare la pasta frolla lavorando tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido e liscio, formare una palla e metterla mezzora in frigorifero avvolta nella pellicola trasparente.
Nel frattempo preparare il ripieno con la ricotta setacciata e lo zucchero e amalgamare bene fino ad ottenere una crema molto morbida, infine aggiungere le gocce di cioccolato (io ho tritato il cioccolato grossolanamente al coltello).
Foderare una teglietta con carta da forno (la mia quadrata 25x25cm) e sbriciolare metà della pasta su tutta la superficie, dovreste riuscire a coprirla interamente, senza lasciare buchi.
Spalmare tutta la crema di ricotta e cioccolato sulla frolla e livellare bene la superficie e coprirla infine con la frolla rimasta sbriciolata.
Infornare a 180 per 35 minuti.

11 commenti:

  1. Lo sai che le crostate sono la mia passione? Questa con la ricotta è da segnare sul quaderno di *fare e rifare*...e da segnare pure il nome del B&B, Sia mai che il Martirio si convinca a portarmi in Sicilia!
    Buona colazione a tutti...
    Nora
    PS .il lievito nella frolla?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ricetta lo prevedeva, penso per creare un crumble più fitto una volta in forno.

      Elimina
    2. Anch'io metto il lievito nella frolla, Nora. Scusa Chiara, torno nei ranghi.

      Elimina
    3. Si 1/2 bustina

      Elimina
  2. Eccomi tornata al mio posto. La ricotta e un'altra di quelle cose che in Olanda non si trovano, non fresca almeno, e quelle confezionate vanno bene solo per qualche ripieno, non certo per le crostate. Però mi segno la ricetta e la frolla la rifarò sicuramente. Mi segno anche il nome del B&B, si sa mai...Buon fine settimana, a presto.

    RispondiElimina
  3. Quanti ricordi d'infanzia questa crostata. Da piccola mia zia la preparava spesso per i compleanni. Mi piaceva tantissimo. Da allora non la mangio più, però vederla qui mi ha fatto venire una voglia :D Grazie :)

    RispondiElimina
  4. Da noi, questa, si chiama cassata al forno ed è una vera bontà... Ma hai usato la ricotta di pecora? Perché è uno degli ingredienti fondamentali per la riuscita della crostata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo, rigorosamente di pecora, l'ho comprata fresca dal formaggiaio :-)

      Elimina
  5. Chiara ciao sono qui per questa crostata che mi piace troppo e per chiederti scusa perché su un commento ti ho chiamata Claudia e mi dispiace aver sbagliato...
    Un bacio

    RispondiElimina
  6. FAtta........... buonissima e semplice!

    RispondiElimina

Lasciate commenti, consigli, critiche o complimenti, di certo li terrò presenti.

Related Posts Plugin for Blogger...