Passa ai contenuti principali

I miei buns con noci, uvetta, cardamomo e marmellata di limoni per il Club del 27

Questo mese non stavo più nella pelle, mai prima d'ora mi ero sentita così partecipe di questo gruppo.
Con Il Club del 27 vi portiamo alla scoperta delle marmellate di agrumi, con ricette tratte dal libro "Marmelade a bittersweet cookbook" di Sarah Randell.
Parlo di quelle marmellate con 2 kg di zucchero su un kg di frutta, quelle che pensavo fossero così dolci che mai sarebbero piaciute al mio palato abituato da sempre alla proporzione inversa e invece eccomi qui, beccata proprio con le dita nella marmellata, di limoni nello specifico.

Buns con noci, uvetta, burro al cardamomo e marmellata di limoni


Ingredienti per 12 buns
150 ml di latte
50 g di burro in piccoli pezzi 
400 g di farina forte + per impastare
50 g di zucchero di canna (light: con bassa % di melassa)
7 g di lievito in polvere
½ cucchiaino di sale
1 uovo grande
75 g di noci pecan
75 g di uvetta
Per la colla appiccicosa:
4 cucchiai di marmellata
100 g di zucchero di canna (light: con bassa % di melassa)
50 ml di panna
50 g di burro
Per il burro al cardamomo:
8 bacche di cardamomo
1 cucchiaino di cannella macinata
50 g di burro morbido
50 g di zucchero di canna (light: con bassa % di melassa)
50 g di zucchero demerara

Per prima cosa scaldare il latte in un piccolo pentolino con il burro a pezzetti fino a quando non è caldo e il burro non si sarà sciolto, poi togliere dal fuoco e far raffreddare.
Mettere la farina in una larga ciotola e unire lo zucchero, il lievito e mezzo cucchiaino di sale. Fare un buco al centro e versarvi l’uovo, sbattuto in una ciotolina a parte, e il latte tiepido. 
Iniziare a mescolare con un cucchiaio, poi continuare con le mani. Trasferire l’impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato ed impastare per 10 minuti. In alternativa utilizzare la planetaria impastando per 5 minuti. 
Trasferire l’impasto in un a ciotola unta d’olio e lasciar lievitare in luogo asciutto per 1 ora e mezza o fino al raddoppio. Nel frattempo preparare la “colla appiccicosa” portando lentamente a bollore tutti gli ingredienti in un pentolino con un pizzico di sale per un paio di minuti poi lasciar raffreddare.
Per il burro al cardamomo, rompere le bacche di cardamomo e ricavarne i semi, pestarli leggermente e mescolarli con la cannella, il burro morbido e lo zucchero. Tritare le noci.
Prendere l’impasto lievitato e sbatterlo un paio di volte energicamente sul piano di lavoro per sgonfiarlo poi lavorarlo brevemente e stendere in un rettangolo 24x30 cm.
Spalmare il burro al cardamomo su tutta la superficie e cospargerla poi con le noci e l’uvetta. Arrotolare stretto partendo dal lato corto, regolare le estremità e poi tagliare in 9 pezzi di circa 2 cm di spessore.


Versare la salsa in una teglia quadrata da 20 cm, non una con la base movibile e sistemare le chiocciole in 3 file da 3. Lasciar lievitare in luogo sciutto per 45 minuti, fino al raddoppio.
Preriscaldare il forno a 190° statico-170° ventilato o a gas livello 5. 
Infornare le chiocciole per 40-45 minuti fino a quando non saranno ben dorati e coprirli con un foglio di alluminio, non direttamente a contatto, dopo 25 minuti per evitare che si colorino troppo. Sfornare e staccare i bordi con un coltello poi lasciar raffreddare 20 minuti prima di trasferirli su un piatto da portata.


Marmellata di limoni
1 piccola mela ca. 200 g
1,4 kg di limoni (ca. 11-12)
2 kg di zucchero semolato
1 cucchiaino di bicarbonato

Pelare e togliere il rosolo alla mela mettendo gli scarti su una garza doppia. Tagliare la mela a dadini e trasferirli in una padella con 4 cucchiai di acqua. Cuocere a fuoco lento, parzialmente coperto, per 10-15 minuti fino a quando non sarà morbida, mescolare di tanto in tanto e aggiungere acqua se necessario. 
Nel frattempo tagliare i limoni a metà e spremerli raccogliendo il succo in un contenitore graduato, eliminare i noccioli e aggiungere un po’ di polpa al succo spremuto.
Tagliare le bucce di limone in quarti (eliminare prima le estremità) e sminuzzare la scorza mantenendo la parte bianca interna e metterla in una ciotola capiente. Aggiungere acqua al succo fino ad ottenere 1,5 l di liquidi e mettere nella ciotola con la scorza. 
Unire le 4 estremità della garza formando un sacchettino, stringere e legare con lo spago mantenendo un’estremità abbastanza lunga da poterla tenere all’esterno della pentola. Mettere anche il sacchettino nella ciotola e sommergerlo con il liquido. Coprire e lasciar riposare tutta la notte.
Mettere la mela cotta in un’altra ciotola e lasciar raffreddare coperta.
Il giorno seguente versare il tutto in una pentola, compresa la mela cotta, tirare il sacchettino di garza a lato e portare ad ebollizione ridurre poi la fiamma e cuocere a fuoco lento per 30-45 minuti mescolando di tanto in tanto. A questo punto rimuovere il sacchettino spremendolo bene cercando di estrarre più pectina possibile e aggiungere lo zucchero – la marmellata sembrerà molto liquida ma continuare la cottura fino a quando lo zucchero non sarà completamente sciolto. Togliere dal fuoco e aggiungere il bicarbonato poi portare nuovamente sul fuoco (attenzione che inizialmente bollirà in modo vigoroso).

Aumentare il calore e far sobbollire per 20-25 minuti. Lasciar riposare 15 minuti poi trasferire in barattoli sterilizzati, chiudere e lasciar raffreddare completamente.

Commenti

  1. Ed eccomi qui a gustare i tuoi buns, si perchè avendoli mangiati so esattamente che gusto aspettarmi leggendo la tua ricetta
    Un dolce composto da tre parti altamente pericolose, la marmellata che anch'io pensavo diventasse troppo dolce ed invece è una vera meraviglia, il burro al cardamomo che non te lo dico nemmeno ma lo sai che è fantastico e per finire quella cremina che si prepara con la marmellata si proprio da leccarsi le dita
    Mi intriga moltissimo questa marmellata ai limoni, io ho preparato quella al pompelmo e lime e quella con mandarini, lime e limone e non so dirti quale sia la migliore sono solo che a confrontarle ne ho gustate un bel po'
    Grazie di tutto ed è stato splendido collaborare e preparare le ricette del libro adottato
    un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Questi rolls sono bellissimi e devo farli prima che finisca la marmellata, anch'essa deliziosa! Complimenti e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  3. Molto invitante questo Buns! Brava!

    RispondiElimina
  4. Hai fatto delle chioccioline super invitanti e condivido con te la magnifica sensazione di essermi sentita parte di un gruppo. Complimenti anche per tutte le ricette che hai tradotto! Super Kika un bacio

    RispondiElimina
  5. Queste girelle sono golosissime e super invitanti :)
    Complimenti.

    RispondiElimina
  6. Devo dire che queste marmellate meritano tutte. Bravissima, belli i tuoi buns

    RispondiElimina
  7. Grazie per questa bella ricetta. L'ho segnata e presto la proverò. Buona domenica

    RispondiElimina
  8. Ciao Chiara, passo qui con piacere!! In primis, grazie per aver consentito, con la tua traduzione, la scoperta di questa meravigliosa marmellata, che io ho messo nella muffin cake, ma, devo ammettere, che dentro questi buns ci sta a meraviglia!!

    RispondiElimina
  9. Ma cosa dev'essere quel burro al cardamomo! Bellissimi, davvero!

    RispondiElimina
  10. Visti e rifatti, prima ancora che uscisse questo post.
    E confermo che il burro al cardamomo è buonissimo. Guarda, mi hai fatto pensare che domani scongelo un paio di girelle per la merenda dei pargoli !
    :-*

    RispondiElimina
  11. Sei stata una fantastica macchina da guerra questo mese e tu più di tutti ti sei superata, con le preparazioni e con tutto il tuo aiuto nelle tradizioni delle ricette. Applausi a scena aperta!

    RispondiElimina
  12. Oddio, cosa devono essere questi buns!

    RispondiElimina
  13. Complimenti, questi buns sono bellissimi e devono essere senza dubbio buonissimi... :)

    RispondiElimina
  14. non m'inporta se ho fatto la marmelata di pompelmo e mele! Non importa che ci siano ricette salate io ci faccio anche questi buns e poi ti dico...! spettacolo!
    pure io ero timorosa con queste marmelate e invece mi rimangono meta dei basetti!!...pensa un pò...

    RispondiElimina
  15. Questa è stata la prima ricetta che ho adocchiato e che avrei voluto fare, poi mi sono dissuasa. Più che altro si sono dissuase le mie già provate chiappone, perché conoscendo i miei polli, dopo l'assaggio iniziale, avrebbero lasciato tutto sul piatto ed indovina un po' chi non dice mai di no?
    Insomma, per rispetto al mio ormai devastato punto vita (che non esiste più), ho optato per una più modesta crostata. Ma me li sogno, eh se me li sogno...e tu li hai resi più golosi che mai.
    Un giorno, ma non troppo vicino, li farò e verrò qui ad ispirarmi.
    Ti abbraccio occhioni belli.
    Pat

    RispondiElimina
  16. Devono essere buonissimi! Amo i lievitati e quella marmellata al limone mi ha letteralmente conquistato! Che bontà!

    RispondiElimina

Posta un commento

Lasciate commenti, consigli, critiche o complimenti, di certo li terrò presenti.

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari.
Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai.

Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe
Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio evo, aggiungere le cipolle e sfumare con mezzo bicch…

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca, me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta, fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti più intensi e lunghi…

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia "Dai! Ci scambiamo una ricetta?", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko, La ricetta della felicità. Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio questa zuppa che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli involtini di verza, avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fondo, ho trovato quest…