Passa ai contenuti principali

Pan bauletto e il trip organizzativo

Sto vivendo un periodo in cui rilassarsi sembra un'utopia. Non solo sto cercando di lavorare fino alla fine dell'8° mese (manca solo una settimana, ma mi sembra impossibile riuscire ad arrivare fino a martedì prossimo), sto anche preparando il nido per la piccola che ancora deve arrivare (ieri già prendevo appuntamento per iscriverla al nido pubblico!!!) e poi fai il corso pre-parto, preoccupati di avere il passeggino e tutto l'occorrente, cerca qualcuno che ti presti un lettino, che chi te lo doveva prestare adesso non può più e se non bastasse sto tentando di vendere una casa, pensando a tutto quello che comporta anche l'acquisto di una casa nuova, l'adattamento dell'arredamento, l'acquisto di quello che manca, la gestione del trasloco... 
In tutto questo vogliamo non metterci anche un matrimonio? 
No, non ci facciamo mancare nemmeno quello e quindi pensa ai fiori, alla cerimonia, al vestito, alle fedi e fai la bomboniera (che a comprarla non ci piace) e chiedi mille preventivi per non sforare di mezzo centesimo e poi la nota dolente (lo so che doveva arrivare in questo folle idillio)... l'organizzazione del pranzo.
Avevamo un'idea fighissima, avevamo già individuato le persone che l'avrebbero realizzata, ma forse non si potrà fare, perché hanno organizzato la vacanzina dell'oratorio negli stessi giorni e mancano gran parte degli esperti cucinieri e quindi siamo punto a capo, si deve pensare ad un'alternativa che ti calzi a pennello, mica una cosa che non senti...
Amiche foodblogger, mi aiutate????
Dai, un antipasto a testa ed è fatta!!!

E per stare in linea con la sobrietà del matrimonio, oggi si mangia un fantastico pan bauletto fatto in casa. Morbidissimoooooooooooooooooooo. 



Ingredienti:
550 g di farina Manitoba
250 
g di latte
160 g di lievito liquido super attivo
10 g  di zucchero
1 uovo
50 g di 
olio evo
10 g di
 sale



Scaldare leggermente il latte e aggiungerlo poi alla farina, allo zucchero e al lievito ed impastare per una decina di minuti, aggiungere l'uovo e impastare ancora fino a quando non sarà assorbito completamente. 
Lasciar riposare mezzora e aggiungere anche l'olio e il sale e continuare ad impastare.
Foderare una teglia da plumcake con un foglio di carta forno e sistemate dentro l'impasto. Coprire con pellicola trasparente e lasciar lievitare nel forno chiuso fino al raddoppio.

Spennellate la superficie con il latte ed infornate a 180° per circa 20 minuti.

Commenti

  1. Ma la tua giornata ha sempre 24 ore come la mia?
    Complimenti, non ti manca nulla per annoiarti :)
    e trovi anche il tempo di pubblicare sul blog e fare pane.
    le donne sono incredibili!
    bello questo pane, forse è la volta che mi decido a farlo.
    Ma dove si trova il lievito liquido? Non credo di averlo mai visto!
    ciao e buona giornata
    manu

    RispondiElimina
  2. uhm diciamo che non t'invidio per niente ma ce la devi fare noi donne mamme lavoratrici non possiamo mai arrenderci e vedi che hai sfornato poi.....

    RispondiElimina
  3. oh mamma! non ti fai mancare nulla in questo periodo, eh! :)
    sei instancabile!
    e complimenti per questo pan bauletto! è uno spettacolo!

    RispondiElimina
  4. guarda che io vengo a cucinare!!! basta un fischio e poi sugli antipasti non mi batte nessuno ;)))
    devi riguardarti un pochino, sei all'ottavo mese perdinci! ri-po-so!!!!
    un bacio grande

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari. Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai. Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e  scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio ev

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca , me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta , fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti p

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia " Dai! Ci scambiamo una ricetta? ", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko,    La ricetta della felicità . Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio  questa zuppa  che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli  involtini di verza , avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fo