Passa ai contenuti principali

Zuppa estiva di verdure

E' davvero tantissimo che manco da questo blog, ma ultimamente ci sono state tante cose da fare, tanti pensieri, tante soddisfazioni e tante belle novità. 
Vi avevo lasciati con i ravioli di gamberi e zucchine per la cena a sorpresa che Selena ha organizzato per suo marito Lorenzo, bè, devo proprio dirlo, la mia prima esperienza di semi-catering è stata davvero un successo. Ho passato un pomeriggio a far ravioli per 30 persone, con un ripieno che sarebbe bastato per 60 e ho incrociato le dita, sperando che non si appiccicassero tutti al tagliere stra infarinato e che durante il trasporto non venisse vanificata tutta la fatica fatta. Durante il servizio sono stata aiutata da Massimo e tutti, ma proprio tutti sono rimasti entusiasti e mi hanno fatto un sacco di complimenti. Ovviamente la tecnica va affinata, ho passato una mezzora in apnea per servire tutti i piatti cotti al punto giusto, conditi al punto giusto, nei tempi giusti, non erano bellissimi o troppo curati, ma sicuramente deliziosi.
Ma questa non è l'unica cosa stra positiva che mi è successa in questo periodo, finalmente oggi lo posso dire, ho trovato un nuovo lavoro, a tempo indeterminato e spero che stavolta sia quello definitivo. A settembre, quando inizierò, magari vi darò qualche dettaglio in più, per ora mi godo le ferie che verranno e l'attesa del nuovo inizio.
Oggi avevo proprio voglia di raccontarvi queste belle novità, dopo esser stata via per un pò, tra un tuffo nel mar Ligure, una passeggiata tra i vicoli di Monterosso, l'incontro notturno con un geco, un concerto sulle bellissime mura di città alta a Bergamo e l'ultimo saluto ad un grande uomo.

Vi lascio un esempio della mia passione degli ultimi giorni, le zuppe estive, calde o tiepide a seconda della temperatura esterna.


















Ingredienti per 2 persone:
1 cipolla 
2 zucchine 
2 patate medie
1 peperone
2 dl di latte
2 foglie di salvia
timo
acqua
olio
sale, peperoncino (o pepe)

Affettare finemente la cipolla e farla appassire in un paio di cucchiai di olio evo, aggiungere il peperone, precedentemente lavato e tagliato a piccoli tocchetti, aggiungere poi le patate e infine le zucchine, sempre tagliate a tocchetti. Far cuocere a fuoco lento circa 5 minuti, poi coprire con acqua bollente, aggiustare di sale, aggiungere il peperoncino, la salvia, il timo e continuare a cuocere lentamente per almeno 20 minuti. Aggiungere infine il latte, portare ad ebollizione e poi spegnere il fuoco.
Fare intiepidire e servire con un goccio di olio crudo e a piacere dei crostini di pane.

Commenti

  1. E si visto i 20 gradi una bella zuppa ci sta ;-) Auguri per il nuovo lavoro, te lo meriti tutto, bacio!

    RispondiElimina
  2. che belle le tue novità, mi fa tanto tanto piacere sapere che da settembre sai a tempo indeterminato ;)
    Sai, anch'io un paio di volte ho fatto il "semi-catering" per una carissima amica, ma le persone erano molte meno, e grandi soddisfazioni!
    Bella questa zuppetta estiva, mi piace!

    RispondiElimina
  3. Hai un blog carinissimo e ti seguo volentieri!
    Ti ricordo anche,che sul mio blog fino al 20 luglio hai la possibilita' di partecipare al mio giveaway!
    Trovi il regolamento e le info qui!

    RispondiElimina
  4. questa la volgio proprio provare...per le zuppe non c'è prorpio stagione, e questa ne è la prova, brava!

    RispondiElimina
  5. Oggi a Genova 19 gradi, questa zuppa la servirei caldissima... Bellissime novità, auguri per tutto :) A presto Liz

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari. Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai. Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e  scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio ev

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca , me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta , fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti p

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia " Dai! Ci scambiamo una ricetta? ", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko,    La ricetta della felicità . Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio  questa zuppa  che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli  involtini di verza , avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fo