Passa ai contenuti principali

Pie di salsiccia e mele

Il fine settimana ci ha regalato bellissime giornate di sole, anche se il vento non è stato clemente. 
Siamo stati impegnatissimi, con le bimbe abbiamo partecipato a qualche evento organizzato per Cascine Aperte Milano.
Nella bellissima cornice di Cascina Cuccagna, antico casale circondato da alti palazzi, abbiamo ballato esprimendo le nostre emozioni con Rio Abierto, poi abbiamo partecipato ad un laboratorio per fare il formaggio, sperimentando la magia del caglio che solidifica il latte caldo.
Il giorno successivo ci siamo spostati nell'appena restaurata Cascina Merlata, nella periferia nord della città, e abbiamo fatto la conoscenza di due adorabili asinelli: Lady e Guendalina.
La cascina è circondata da un bellissimo parco, in un nuovo quartiere che sta nascendo, laddove prima non esisteva nulla. E proprio per aree di questo tipo era pensato il laboratorio a cui abbiamo partecipato, nel quale abbiamo costruito bombe di semi che, invece di distruggere la vita, la creano. Abbiamo creato palline di terra e semi di fiori stagionali per far fiorire cantieri e aree abbandonate della città.



Oggi vi ripropongo una ricetta di Kate McDermott preparata un paio di anni fa per la rivista Mag About Food all'interno della rubrica Facciamoci un Shelfie

Per uno stampo da 24 cm:
Per la pasta:
365 g di farina 00
3 g di sale
115 g di cheddar cheese grattuggiato finemente
110 g di burro tagliato a cubetti
90/120 g di acqua gelata
Per il ripieno:
450 g di salsiccia di maiale
2/3 mele aspre tipo Granny Smith private del torsolo e affettate o tagliate grossolanamente
2/3 mele dolci tipo Golden private del torsolo e affettate o tagliate
1 presa di sale
250 g di succo di mele o sidro
75 g di zucchero di canna
1/2 cucchiaino di timo
1/4 di cucchiaino di rosmarino fresco tritato
1/4 di cucchiaino di all spice
Per spennellare:
1 uovo
30 ml di acqua

Preparate la pasta unendo tutti gli ingredienti, tranne l’acqua, in una grande ciotola. Mescolate il tutto fino ad ottenere un impasto grezzo, con qualche grumo.
Versate l’acqua sull’impasto e mescolate delicatamente con una forchetta.
Impastate con le mani aggiungendo un altro poco d’acqua se necessario.
Dividete l’impasto a metà e stendete 2 dischi da 12 cm, avvolgeteli nella pellicola e mettete in frigorifero per 1 ora.
Riprendete i dischi di pasta e lasciateli a temperatura ambiente giusto il tempo perché siano ben lavorabili.
Mettete il primo disco su un piano di lavoro ben infarinato e infarinatene anche la superficie.
Picchiettate con il mattarello, da entrambi i lati. Stendete la pasta dal centro verso l’esterno in tutte le direzioni, portandola ad uno spessore di 3/5 millimetri.
Fate la stessa cosa con il secondo disco di pasta.
Preparate il ripieno. Private la salsiccia del budello, sbriciolatela e cuocetela in padella senza l’aggiunta di grassi, fino a quando i succhi non saranno completamente assorbiti. Tenete da parte.
Mettete le mele, il sale, il succo o sidro, lo zucchero, il timo, il rosmarino e le spezie in una padella e cuocete a fuoco medio basso fino a quando le mele non si saranno ammorbidite. Tenete da parte.
Trasferite il succo in un piccolo padellino. Se ne avrete ricavato meno di 240 ml, aggiungete altro succo fino ad arrivare alla dose giusta. Lasciate ridurre a fuoco lento fino a quando non sarà un quarto del liquido iniziale e sarà quasi caramellato. Ci vorranno dai 10 ai 12 minuti, non fatelo bruciare!
Unite la salsiccia al composto di mele, aggiungete la riduzione e mescolate bene.
Aggiustate di sale e fate raffreddare completamente.
Preriscaldate il forno a 205° C.
Rivestite una teglia tonda con un disco di pasta, riempitelo con il ripieno di salsiccia e mele e richiudetelo con il secondo disco di pasta. Sigillate bene i bordi, arricciateli e fate dei tagli sulla superficie, in modo che l’umidità non resti all’interno del guscio di pasta in cottura.
Spennellate la pie con l’uovo sbattuto misto ad acqua ed infornate per 40 minuti.
Durante i primi 20 minuti di cottura, spennellate la superficie altre 2 volte, a intervalli di 10 minuti.
Lasciate raffreddare la pie per 15 minuti prima di servire.



Commenti

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari. Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai. Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e  scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio ev

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca , me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta , fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti p

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia " Dai! Ci scambiamo una ricetta? ", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko,    La ricetta della felicità . Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio  questa zuppa  che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli  involtini di verza , avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fo