domenica 24 aprile 2016

Puzzle 3 frolle per il tuo 3° compleanno #mtc56

Tra pochi giorni la mia bellissima peste compirà 3 anni e io ho voluto dedicare a lei questa 56° sfida dell'mtc. Non sono una grande pasticcera, lo si sa, e nemmeno mi piace usare ingredienti strani e super fighi di cui non riesco a pronunciare nemmeno il nome; ma allora come rendere interessanti dei semplici biscotti? 
Dovevo usare la fantasia, come già molte di voi hanno fatto in modo eccelso, e così da uno spunto della mia nuova collega Giusi ho creato un puzzle, perché a Irene i puzzle piacciono molto e ovviamente anche i biscotti.


 La sfida lanciata da Dani e Juri del blog Acqua e Menta è appunto sui biscotti, si potevano utilizzare 3 tipi di frolle, quella classica, quella sablè e quella montata. 
La prima a piacere scegliendo tra le 3, la seconda scegliendo una tecnica diversa, ma utilizzando l'olio al posto del burro (Dani è intollerante ai latticini) e infine la terza ad esclusione, con la ricetta mancante.

Per formare il mio puzzle ho usato le 3 tecniche ammesse alla sfida in un sol colpo: una frolla classica all'olio all'arancia, una sablè al cacao e una frolla montata alla mandorla con inserti di caramelle all'arancia e granella di pistacchi.

Frolla all’olio all’arancia di Dani Pensacuoca

Ingredienti:
250 g di farina debole W 130-170
150 grammi di olio di riso (o 75 g di olio extravergine di oliva delicato + 75 g di olio di riso)
100 g di zucchero a velo
40 g di tuorli (2 tuorli e mezzo)
la scorza di 1 arancia
un pizzico di sale
2 cucchiai di succo d’arancia

Mescolare l’olio con la scorza di limone, lo zucchero e i tuorli, fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungere il sale e infine la farina. Lavorare fino a ottenere un impasto omogeneo. Quando la farina si sarà unita perfettamente all’impasto, aggiungere uno o due cucchiai di succo d'arancia spremuto.
Cercare di lavorare la pasta il meno possibile, con la punta delle dita o con la planetaria con la foglia, formare una palla e metteterla in frigo per almeno un’ora, avvolta nella pellicola (o in un sacchettino di plastica per alimenti), prima di utilizzarla per successive lavorazioni. 

Stendere la frolla tra due fogli di carta da forno (o con sotto il tappetino di silicone e sopra la carta forno). Se l’impasto si sbriciola troppo, aggiungere un cucchiaio di acqua e impastare di nuovo. 


Frolla sablè alle mandorle e cacao di Gianluca Fusto

Ingredienti:
105 g di burro
2,5 g di fior di sale
87,5 g di zucchero a velo
30 g di farina di mandorle
50 g di uovo intero
60 g di farina W 170
90 g di farina W 170
55 g di cacao amaro
  
Pesare separatamente gli ingredienti.
Ammorbidire il burro a 25° C. Aggiungere le uova, lo zucchero a velo e la farina di mandorle in una planetaria munita di foglia. Amalgamare senza giungere bolle d’aria. Legare il tutto con la prima quantità di farina. Amalgamare ancora e aggiungere gradatamente il resto della farina, sempre mescolando in planetaria. Conservare in frigorifero a 4° C per almeno 3 ore. (meglio sei, meglio ancora una notte).
Stendere allo spessore di 3-4 mm, coppare e riporre in congelatore per 40 minuti se pezzi piccoli, un’ora per parti grandi.
Cuocere in forno ventilato a 160° a valvola aperta o statico a 170° C con un cucchiaio di legno nello sportello per 12-13 minuti per biscotti piccoli fino ad arrivare a 19-20 minuti per le crostate.




Frolla montata alla mandorla di Leonardo di Carlo

Ingredienti:
208 g di burro a 18°-20°C
200 g di farina debole W 130/150
105 g di zucchero a velo
50 g farina di mandorle
62,5 g di uova intere a 20-22°C (circa un uovo e un tuorlo)
10 g di granella di pistacchi
caramelle all'arancia

Mescolare o montare leggermente con la frusta la materia grassa con sale e aromi. Unire lo zucchero e montare leggermente la massa. Aggiungere poco per volta le uova. Inserire in più volte le polveri (farina, cacao, lieviti…) e lavorare fino a completo assorbimento.


Da utilizzare immediatamente.

Ho preparato la frolla all'olio e la sablè il giorno prima e le ho lasciate in frigorifero quasi 24 ore.
Ho steso entrambi gli impasti e li ho coppati con del cartoncino sagomato per formare il puzzle. 
Ho messo in freezer i singoli pezzi per 2 ore e poi li ho uniti a formare la cornice del puzzle.
Ho preparato la frolla montata e ho scritto al centro del puzzle il nome Irene con l'aiuto di una sac à poche ho poi riempito gli spazi con caramelle all'arancia frullate e granella di pistacchi.
Ho lasciato in frigorifero tutta la notte e ho infornato la mattina successiva a 180° per 20 minuti.



Note:
- le frolle erano talmente buone che ho davvero rischiato di non riuscire a partecipare alla gara perché le stavo mangiando ancor prima di metterle in forno
- la frolla all'olio di Dani è fragilissima ma nonostante sembri praticamente sabbia mentre la si lavora, magicamente è restata insieme e ha tenuto bene la cottura. 
- la sablè di Fusto è perfetta, in cottura non si scompone, da brava dama della Corte di Versailles. Se non vi piace un biscotto che sa troppo di cacao, quindi leggermente amaro, seguite il consiglio di questo post e aggiungete un po' di zucchero e il vostro biscotto sarà perfetto.
- la frolla montata devo imparare a spararla con la spara biscotti, questa volta non ci sono riuscita. Poco male, per il mio progetto dovevo usare la sac à poche e quindi la cosa è andata via liscia. Unico neo è che i biscotti in cottura si lasciano un po' andare e non mantengono la forma perfetta. Da considerare anche che nella ricetta di Di Carlo è scritto di usare immediatamente, la mia ha fatto addirittura un passaggio preventivo in frigorifero, ma comunque ha ceduto. Sicuramente è da perfezionare. Se non avessi messo gli inserti di caramelle e pistacchi penso che sarebbe diventato un unico biscottone, ma Kikina è previdente e ha fatto una prova cottura, quindi a differenza di quando avevo fatto i biscotti di vetro e aggiunto le caramelle quasi a fine cottura, qui le ho messe subito ed è servito.





La sorpresa per Irene l'ho nascosta perché la vedrà solo al suo compleanno, però il resto degli impasti li abbiamo formati e infornati insieme. 
Ovviamente per pezzature così piccole bisogna considerare tempi di cottura decisamente inferiori, bastano 7/8 minuti a 180°.

Dani oltre a regalarci un post da incorniciare sui biscotti, una ricetta alternativa per intolleranti (la mia amica Steffi ringrazierà), mette anche i panni di "Dani maipiusenza" e ci fa dono della più fighissima infografica di sempre, stavolta impreziosita dall'umorismo Giulia e Federica,


Questo mese ci ha visto itineranti per la presentazione del nostro libro TORTE SALATE edito da Gribaudo e ancora una volta, noi di MTC abbiamo dimostrato di essere una grande squadra e io sono fiera di far parte del gruppo.
Ah, se cliccate sulle 2 magiche paroline TORTE SALATE, vi si apre il link di Amazon per acquistare il libro che, oltre ad essere fighissimo, con le illustrazioni di Mai, ha anche delle ricette super buone da fare ad ogni occasione e per fare una porca figura ad ogni occasione.
E poi aiutiamo i ragazzi di Piazza dei mestieri, cosa aspettate?


Con queste 3 ricette partecipo all'mtc di aprile

8 commenti:

  1. Tu sei un genio! E non aggiunfo altro.

    RispondiElimina
  2. Fortunata la tua piccolina Auguri a lei e complimenti a te per l'ottimo lavoro.

    RispondiElimina
  3. Grande Chiara!!! :) Ora però voglio sapere come la peste ha reagito al puzzle di biscotti!!
    La frolla all'olio fa impazzire mentre la si lavora, penso che "magicamente" sia proprio la parola giusta, perché poi una volta cotto l'impasto si trasforma in un biscotto normale!
    La frolla montata è una bestia nera, ma con il sostegno di tutto l'MTC possiamo arrivare ad addomesticarla :)
    La tua proposta mi piace moltissimo, è divertente e ben realizzata :) Brava, brava, brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (che poi... peste... hai due bimbe che son due splendidi angioletti!!!)

      Elimina
  4. Geniale tutto- anche il 2x1 della frolla classica e frolla montata. Magari la pasticceria non sarà nelle tue corde (ma io non ne sarei così sicura): ma genialità e manualità non mancano. E la gratificazione più grande neppure, vista la felicità stampata sul volto della festeggiata (sempre più bella, ma ormai non lo dico neanche più)
    Bravissima!

    RispondiElimina
  5. 3x1, sorry. (a proposito di gioie della maternità, sto alzata fino alle tre di notte per aspettare che Carola atterri a Catania,, con un volo che ha 5 ore di ritardo.. e inganno l'attesa facendo casini nei commenti :-)

    RispondiElimina

Lasciate commenti, consigli, critiche o complimenti, di certo li terrò presenti.

Related Posts Plugin for Blogger...