Passa ai contenuti principali

Torta di formaggio con goccioline dorate (Goldtröpfchen Torte)

Non amo tanto fare i dolci, soprattutto se devo mettermi lì e seguire delle ricette passo passo, perché di solito riesco a perdermi dei passaggi fondamentali per la buona riuscita del dolce. In settimana, però, ho avuto la possibilità di andare in Germania per un paio di giorni, per lavoro e in aeroporto sono riuscita a fare una scappata veloce al supermercato per comprare il Quark.

Questa torta io l'adoro, la dispensatrice di queste prelibatezze d'oltralpe è la mia amata Christa, la stessa della Käsesuppe, che quando vado a Berlino mi coccola con queste tortone ipercaloriche, ma anche iper gustose.

L'ho fatta per consolarmi per l'arrivo del mio trentatreesimo compleanno, che festeggerò privatamente, mangiandomela tutta da sola :-P

All'età di 8 anni mia mamma mi ha organizzato l'unica festa di compleanno della mia vita (la condivisione di una torta non fa testo), complice un trasloco dall'appartamento al piano di sopra ad uno al piano sottostante, che al momento era completamente vuoto. E' stato un vero e proprio trauma e le conseguenze me le porto dietro ancora oggi. 
C'erano alcuni compagni di scuola e alcune amichette con le quali solevo giocare nel pomeriggio, in teoria dovevano esser tutti lì per me, giocare con me, ma io ho passato tutto il pomeriggio a lamentarmi e piagnucolare, perché, essendo 2 gruppi ben distinti, io non riuscivo ad essere al centro dell'attenzione di entrambi e alla fine non mi cagava nessuno. 
Adesso preferisco festeggiamenti intimi, senza organizzare nulla, e mi lascio sorprendere da chi mi sta accanto.
E quindi, tanti auguri a me (in anticipo di un giorno), a tutti quei capelli bianchi bastardelli che oramai hanno fatto capolino sulla mia testa e a tutti i pesciolini che nuotano nel mare della mia vita, siete tanti e vi adoro tutti quanti.




















Ingredienti:
Per la pasta frolla:
200 g di farina 00
75 g di zucchero
75  g di burro freddo
1 cucchiaino di lievito
1 presa di sale
1 uovo
Per la farcia:
750 g di Quark magro
150 g di zucchero
3 tuorli
1 bustina di zucchero vanigliato
1 confezione preparato per budino alla vaniglia
Succo di ½  limone
150 ml di olio di girasole
½ lt di latte
Per la meringa:
3 albumi
100 g di zucchero

Impastare la farina, il lievito, 75 g di zucchero, 1 uovo intero e il burro a pezzi fino ad ottenere un impasto liscio e morbido. Far raffreddare ½ h in frigorifero. 
Utilizzare i 2/3 dell’impasto come base di una tortiera di 26 cm di diametro precedentemente imburrata, utilizzare il resto della pasta per fare un bordo alto e sottile da stendere per tutto il perimetro della tortiera.
Mescolare 3 rossi d’uovo con il formaggio, 150 g di zucchero , lo zucchero vanigliato, la preparato per budini, il succo di limone e l’olio.

Aggiungere il latte a piccole dosi, e mescolare fino a quando non otterrete un composto liquido.
Mettere il composto nella teglia  e cuocere in forno preriscaldato (elettrico: 200°, gas: livello 3, ventilato: 175°) per 45-50 minuti.
Montare i 3 albumi a neve ferma e aggiungere lentamente 100 g di zucchero.
Spalmare la meringa ottenuta sulla superficie della torta e infornare (elettrico: 175°, gas: livello 2, ventilato: 150°) per altri 20 minuti.



Le goccioline dorate compariranno durante il raffreddamento della torta (consiglio di fare uno strato di meringa più basso di quello che vedete nelle foto, stavolta di goccioline me ne sono uscite pochissime e penso che il motivo sia proprio quello).

Il Quark io di solito lo trovo al Natura Sì, in caso non ci fosse nelle vostre città, vi consiglio di fare un salto in Austria o Germania, che lì lo trovate di sicuro. Il bagaglio però sarete costretti ad imbarcarlo, se volate in aereo, si intende.

Commenti

  1. mmmh! buonissima! io nn so se mi prendo la briga di seguire torte complesse, è raro, ma ogni tanto val la pena, mi piacciono così tanto. E.. AUGURIIII! bacione

    RispondiElimina
  2. ma...è fantastica! è bellissima, cremosissima!
    WOW

    baciotti e auguri!

    RispondiElimina
  3. prima di tutto AUGURIIIIIIIII!!!!
    ma non c'è nessun sostituto del Quark quindi più facile da reperire in Italia?? Bravissima, baci

    RispondiElimina
  4. Ma allor atantissimi auguri! Ottima torta questa per festeggiare il compleanno...dev'essere squisita!

    RispondiElimina
  5. Questa torta è deliziosa. Ho trovato del quark l'altro giorno ma non sapevo come usarlo. Sono golosa ma non brava come te quindi ti seguirò. Saluti dalla Sicilia!

    RispondiElimina
  6. auguri Kika bella!!!!!
    E la torta a meeeeeeee!!! hihihihi è bellissima, la voglioooooo!!!!!

    Uno stritolo!
    Paola

    RispondiElimina
  7. Allora tantissimi auguri!
    MA che ti salta in mente di festeggiare tutta sola....Dì la verità piutosto.....è che ti vuoi mangiare tutta questa meravigliosa torta. E come darti torto :D
    Dev'essere buonissima. Un bacione

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutti per gli auguri, la torta era buonissima :-P

    RispondiElimina
  9. Ma noo!! Leggo ora l'ultmo post e aquindi sono venuta a vedere quello precedente...
    Ma il giorno del proprio compleanno è un gran giorno! E va celebrato...
    Io mi regalo sempre qualcosa di spieciale (se posso me ne migro qualche giorno, come ho fatto anche quest'anno nonostante i presupposti, credimi, fossero davvero pessimi!!!).
    Capisco che se c'è un trauma di mezzo... beh! Però si dice che si è a metà strada per risolvere un problema quando lo si concettualizza! :D
    E quindi suvvia! Il prossimo ti voglio pimpante e propositiva!

    Guarda che meraviglia di torta... La mia è uscita un po' deludente (come tutto quel maledetto giornooo!!), ma mi sono rifatta.
    La tua è una goduria assoluta!
    E AUGURI! Anche se in ritardo...

    RispondiElimina
  10. @Tiz: di solito festeggio e anche alla grande, ma son sempre gli altri a portarmi altrove o a farmi vivere una giornata indimenticabile. Se organizzo io poi alla fine rimango delusa, quindi ci rinuncio :-)

    RispondiElimina
  11. Ciao, piacere di conoscerti, complimenti per il tuo blog. Mi iscrivo come tua sostenitrice, e se vorrai contraccambiare, ne sarei felice! Un abbraccio, e aspetto le ricette. . .

    Irina

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari. Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai. Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e  scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio ev

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca , me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta , fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti p

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia " Dai! Ci scambiamo una ricetta? ", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko,    La ricetta della felicità . Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio  questa zuppa  che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli  involtini di verza , avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fo