Passa ai contenuti principali

Paccheri ai carciofi

Sabato ve l'avevo detto, che la festicciola organizzata per l'ottavo compleanno mi ha lasciato dei traumi indelebili. 
Le lamentele e i piagnucolii si verificano ogni anno, manco fossi una donna che ha appena partorito, che è in preda a dei generosissimi sbalzi ormonali.
Ieri avevo la lacrimuccia facile, complice la giornata uggiosa, complice il fatto di non aver organizzato nulla per festeggiare e dover quindi rimanere in casa (lo so, sono io che decido così, ma alla fine non siamo mai contenti :-P), complici i numerosi capelli bianchi, complice il fidanzato che ti fa emozionare con regali inaspettati, complice la consapevolezza che l'età avanza... si insomma, avrei potuto piangere anche al buongiorno della vicina di casa (Tizi, grazie per la crostata, era buonissima!) e in effetti ci sono andata vicino :-P
Finalmente il peggio è passato, appena scoccata la mezzanotte il tempo sembra tornare a scorrere in modo normale e il delirio psichedelico del 13 marzo sembra acquietarsi... rimane la casa invasa da fiori e piantine, viole, gerbere, primule, girasoli (ogni fiorellino mi ha fatto scendere la lacrimuccia), il profumo di pane fatto con il nuovo regalo della mamma, la melodia che più ami suonata al piano dalla persona più importante e un viaggio da fare insieme...
Buon compleanno!















Ingredienti per 2 persone:
20/25 paccheri 
3 carciofi
5/7 pomodori secchi sottolio
grana grattugiato
pan grattato
olio evo 
sale, pepe

Pulire i carciofi eliminando le foglie esterne, parte del gambo, la punta e la barbetta interna e metterli a bagno in acqua e limone. Scolarli e affettarli finemente. Stufarli in una padella con sale grosso e olio evo. Nel frattempo cuocere i paccheri in abbondante acqua salata, scolandoli un paio di minuti prima che la cottura sia terminata, unirli ai carciofi e ai pomodori secchi sottolio, tagliati a pezzetti. Amalgamare bene al condimento e disporre in una teglia da forno. Cospargere con abbondante parmigiano, pepe e con del pangrattato, precedentemente fatto abbrustolire in padella con un goccio d'olio. 
Gratinare in forno a 200° per 5 minuti.

La casa si è riempita di nuovi colori...











e inebrianti profumi...

Commenti

  1. Adoro i carciofi e questa pasta sembra davvero ottima! E che dire del tuo meraviglioso nuovo amico in cucina???? bellissimooooo!!!!!!

    Ebbrava la mia kikina!!!!

    Gioia, ho lanciato la raccolta sul riso.... ti aspetto eh!!!!
    Un bacione e buonissima giornata
    PAola

    RispondiElimina
  2. Buonissimi questi paccheri del buonumore, complimenti! A presto!

    RispondiElimina
  3. Buonissimi davvero, mi piacciono molto i carciofi e sono sempre alla ricerca di nuove ricette.. prendo nota!
    Un bacio

    RispondiElimina
  4. Io adoro i carciofi kika, di nuovo auguri sia per un nuovo anno che hai sulle spalle :-) e per la nuova arrivata in casa ;-)
    p.s.: che hai da piangere???????? Quando arriverai ai 40 poi ne riparleremo :-D

    RispondiElimina
  5. complimenti per i paccheri, con quel bel sugo ai carciofi sono squisiti!
    auguri in ritardo :)

    RispondiElimina
  6. auguri carissima ! bello tutto

    RispondiElimina
  7. Anche a me piacciono tanto i carciofi, qui in Sicilia al momento ne abbiamo tanti. Ottima questa ricetta, complimenti!

    RispondiElimina
  8. Oh mamma, come ti capisco. Tra un pò tocca pure a me e sto messa molto peggio di te ( con l'età intendo ) Non ci voglio nemmeno pensare :D
    Mi concentro su questa pasta meravigliosa. Bravissima, mi piace moltissimo. Un bacio

    RispondiElimina
  9. beh, dai, l'importante è quel che senti Dentro, mica i capelli bianchi, io che dovrei dire allora?
    AUGURI, e io mi prendo un bel pacchero carciofato ;;;))

    RispondiElimina
  10. bellissima ricetta ^_^
    Per l'aiutante in cucina... ti stò invidiando profondamente!! eheh
    ^_^

    RispondiElimina
  11. In super ritardo, ma... Auguroni! Il 13 marzo è una data speciale, mio nonno era del 13 marzo e anche alcuni amici lo sono :)) Buonissimi i paccheri, ho giusto giusto dei carciofi in frigorifero ^_______^ Un abbraccio

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari. Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai. Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e  scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio ev

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca , me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta , fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti p

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia " Dai! Ci scambiamo una ricetta? ", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko,    La ricetta della felicità . Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio  questa zuppa  che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli  involtini di verza , avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fo