Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2019

Occhi di bue al grano saraceno

Qualche giorno fa, a cena, facevamo il conto da quanti anni non lavoriamo più insieme, Anna, Elisa ed io. Loro erano colleghe da anni, io, arrivata da poco, cercavo una compagnia stimolante per la pausa caffè: le ho conquistate con una fetta di torta di grano saraceno . Sono passati 8 anni da quella fetta di torta e 5 da quel 26 agosto in cui lasciai l'azienda, non troppo volontariamente, ma il nostro "Gruppo di sostegno" non ha mai smesso di essere attivo e le cene, i pranzi e le serate passate insieme, sono sempre state all'insegna delle risate. Grazie amiche care, di esserci e di darmi sempre super notizie ogni volta che ci incontriamo. Per 18/20 biscotti 100 g di farina di grano saraceno 100 g di farina 00 60 g di fecola di patate 100 g di zucchero semolato 80 g di burro a temperatura ambiente 1 pizzico di sale 1 uovo marmellata di susine selvatiche e ciliegie Nutella Impastate velocemente tutti gli ingredienti e formate una p

Torta speziata con polenta e frutta secca per il Club del 27

Il Club del 27  era stato abbandonato come tantissime cose legate al blog, difficile star dietro a tutto, prima, e difficile farsi tornare la voglia, dopo. Questo mese ho deciso che avevo sia il tempo che la voglia per ricominciare. Un pranzo tra amici ha fatto il resto. Ma voi da quanti anni non giocate a Monopoli? Io non so se avevo già raggiunto la maggiore età e di anni, ve lo garantisco, ne sono passati davvero tanti. Inizialmente eravamo tutti titubanti, l’idea di un gioco in scatola a conclusione del pranzo, con due bambine per casa da intrattenere, non era allettante, ma ci siamo fatti convincere dalla padrona di casa. Abbiamo fatto una sola partita, è durata 3 ore, e nessuno di noi ha voluto mollare fino a quando il proprio patrimonio mobiliare e immobiliare non è stato letteralmente lapidato. Ci siamo divertiti tanto e le bambine con noi, a far di conto e a lanciar dadi fortunati, hanno imbeccato una serie infinita di tiri doppi e spero sia solo perché l’amo

Cheesecake mele, cannella e speculoos

Lo scorso anno, di questo periodo, ho provato per la prima volta gli speculoos, biscotti speziati alla cannella deliziosi. La mia idea era di farci una cheesecake, con le mele e il caramello salato che scendeva liquido, portatore sano di libidine, ai lati della torta. Alla fine, non so per quale motivo, non la feci. Settimana scorsa, sono tonata in possesso di una confezione di friabilissimi e burrosissimi speculoos e, non contenta, anche di un barattolo di crema spalmabile fatta proprio con quei biscotti, una sorta di ottura-vene naturale. Dopo aver consumato mezzo barattolo in 3 minuti netti, ho deciso che dovevo utilizzare la crema per fare un dolce e, complice un pranzo da Nick e Cri, sposini freschi freschi, tornati dal loro viaggio di nozze negli States, mi è tornata in mente la cheesecake alle mele. Invece del peccaminoso caramello salato, ho fatto una salsa con crema speculoos e latte, per renderla un po’ più fluida e l’ho colata, senza ritegno alcuno, sulla torta.

Vellutata di spinaci speziata

Sono una grandissima fan di zuppe e vellutate. Ho passato lunghi periodi della mia vita in cui cucinavo la qualsiasi e poi frullavo senza pietà. Non so il motivo, ma trovavo la cosa confortante. Una volta avute le bambine, che odiavano le cose liquide, forse per la difficoltà nel mangiarle senza imbrattare la tovaglia e loro stesse, con conseguente sgridata della mamma e la voglia di consistenze un po’ diverse anche della sottoscritta, mi ha fatto abbandonare questa pratica tanto amata. Ho preparato questa vellutata di spinaci per il Calendario del cibo italiano con un po’ di scetticismo, lo ammetto, mi sembrava poco degna di nota, sulla carta, ma al gusto l’ho trovata davvero sorprendente. Faccio outing dicendo che mi è scappato un po’ troppo sale e per riparare alla cosa ho aggiunto, una volta mangiata la prima porzione, della zucca stufata con curcuma e aromi vari e devo dire che il risultato mi è piaciuto ancora di più. Per 2/4 persone 200 g di foglioline d