Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2013

Panna cotta o cheesecake?

Il titolo non è casuale, eh si perché quando un dolce verrà proprio così come l'avevo pensato, allora potrò ritenermi soddisfatta, ma fino a quel momento sarò solo grata di non arrendermi alle difficoltà e riuscire sempre in qualche modo a "recuperare" o meglio "evitare la tragedia".
8 aprile 2013, compleanno di Filippo, non ho voglia di uscire a cena, quindi decido di preparare qualcosa a casa, un piccolo antipasto, una pasta fresca veloce e poi un dolce, quello che a lui piace di più, la crostata di panna cotta. Stavolta però niente rotolo di pasta brisè già pronto, ho della frolla nel freezer avanzata da una crostata fatta il sabato prima e quindi decido di usare quella come base. Tutta contenta fodero 4 stampini da muffin con la frolla tirata ad arte, li metto in frigo a raffreddare intanto che si scalda il forno, calcolo i tempi e inforno i miei stampini.  Imposto il timer e mi metto in attesa sul divano.  Dopo 10 minuti comincia a sentirsi un ottimo profumino …

Biscotti morbidi e il moto perpetuo

Non mi è mai successo di metterci più di una settimana a scrivere un post, tant'è che tutti questi deliziosi biscottini sono ormai un lontano ricordo. Non so se è successo anche a voi quando aspettavate le vostre creature, ma io a star seduta proprio non ci riesco e non perché l'iper-attivismo si sia impossessato del mio corpo, ma perché se mi siedo o mi sdraio tutta la parte destra del mio corpo si addormenta, la testa inizia a girare vorticosamente e conseguentemente arriva anche la nausea. Sono quindi condannata ad un moto perpetuo! Lo stare al computer non fa quindi parte delle cose che al momento "posso" fare per più di 10 minuti al giorno. Ovviamente se la smettesse di piovere, manco fosse autunno inoltrato, farei anche delle lunghe passeggiate all'aperto, magari andrei a raccogliere le erbe selvatiche in montagna per fare scorpacciate di ortiche e tarassaco e invece sono costretta a fare sterili giri per il quartiere milanese in cui vivo, inventandomi commissi…