Passa ai contenuti principali

Ringomichetti con ricotta e mandarini

Ormai nel weekend non mi dispiace più se piove e comincia a far freschino, ieri non avrei fatto nulla di diverso dallo stare in casa al calduccio con la luce calda della lampada all'angolo tra la parete beige e quella bordeaux. E adoro guardare un vecchio film e nel frattempo preparare i biscotti o semplicemente stare accanto ad una persona importante, che non deve per forza interagire, basta che ci sia ed emani il suo calore. E poi bere un tè caldo al caramello al posto della cena e finire quasi tutti i biscotti, della serie: "Son pieno, non mi va di mangiare!", che quasi quasi non ne rimangono per fare la foto per il blog :-P
Li ritengo momenti preziosi, che spesso la frenesia del far per forza qualcosa, ci fa dimenticare o sembrare noiosi, io invece me li tengo cari e spero che sia un inverno pieno di questi momenti calorosi.

Ieri ho provato a fare dei biscottini usando una ricetta di Mezzaluna Pasta frolla leggera alla ricotta, dalle sue foto la frolla sembra bellissima, ma i miei biscotti sono venuti un pò gnucchi.
Ma siccome non celebriamo solo i successi e questo spazio può anche servire per migliorare, ecco la mia ricetta, un pò rivisitata (poi mi stupisco che non son belli come i suoi :-P).


Ingredienti per ca. 30 frollini:
Per i biscotti:
250 g di farina
150 g di ricotta
100 g di zucchero
30 g di cacao amaro
1 tuorlo
1 cucchiaino di lievito
scorza e succo di 1 mandarino
Per la farcitura:
100 g di ricotta
30 g di zucchero
Per decorare:
spicchi di mandarino
zucchero a velo

Impastare tutti gli ingredienti, tranne il cacao, che andrà aggiunto solo a metà dell'impasto ottenuto. Avvolgere le due palline in pellicola da cucina e mettere in frigorifero per mezzora.
Nel frattempo mescolare la ricotta rimanente con lo zucchero, fino ad ottenere una crema, mettere in frigorifero.
Passata mezzora prendere la frolla e stenderla, ricavare dei cerchi con uno stampino per biscotti e nella metà di essi, ricavare un buco al centro con uno stampino di diametro più piccolo.
Infornare a 180° per 15 minuti, per gli anelli ne basteranno 10.
Prendere un cerchio, spalmare al centro di esso un pò di ricotta, in modo che sia coperto leggermente anche il bordo e chiudere con un anello di colore opposto. Continuare finché non saranno finiti i biscotti... o il ripieno :-P
Porre un mezzo spicchio di mandarino al centro di ogni biscotto e spolverare con zucchero a velo.

Ed ecco il siparietto pubblicità: la consistenza è quella dei Michetti del Mulino Bianco, quindi più crackers che biscotti, ma il ripieno li rende davvero piacevoli e poi sembrano dei Ringo Pavesi bucati al centro. 
Dai, alla fine ho comunque ottenuto un buon risultato, son stati apprezzati e poi l'unica piccola pecca sta nella consistenza... magari seguendo esattamente la ricetta di Mezzaluna, verrebbero diversi (senza lievito e con zucchero a velo anziché semolato). Ne è avanzato un piccolo panetto al cacao, proverò a fare delle tortine ripiene, quindi state sintonizzati, che ci si rivede presto!

Commenti

  1. Mi piace la loro presentazione di questi frollini.
    e grazie della visita! quando vorrai parlare di nutrizionze o, darmi idee di un articoilo che potrebbe essere interessante, fammi un fischio!
    :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Lasciate commenti, consigli, critiche o complimenti, di certo li terrò presenti.

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari.
Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai.

Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe
Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio evo, aggiungere le cipolle e sfumare con mezzo bicch…

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca, me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta, fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti più intensi e lunghi…

Torta salata ligure alle melanzane e Prescinseua

Sabato sera sono stata a casa del mio amico Matteo.  Dopo un periodo pieno di dubbi e di ricerca di soluzioni ideali è riuscito a trovare una casetta bellissima, in un posto tranquillo, con il bosco alle spalle e un'ampia vista di fronte. Una casa a misura d'uomo, intima, su più livelli, con un grazioso soppalco che si affaccia sull'accogliente sala da pranzo e un terrazzino per guardare il cielo stellato.
Una casa condivisa con la persona che tanto ha aspettato e che finalmente lo ha preso per mano per iniziare questo cammino insieme. E finalmente siamo stati a cena nella loro casa, la serata è stata rallegrata con una buona bottiglia di vino e del cibo semplice ma delizioso. Io ho dato il mio piccolo contributo con questa torta salata svuota freezer. Lo avevo riempito prima di partire per la Sicilia, con una valanga di melanzane cotte la mattina prima di prendere l'aereo e con la prescinseua che mi aveva regalato Alessandra, per non parlare della pasta all'olio che …