Passa ai contenuti principali

Si, viaggiare... Beauty fai da te per MAG about FOOD

Le vacanze.
Ci state pensando tutti vero? E non da poco, immagino.
Oggi, con la rubrica L'ho fatto io di MAG about food vi diamo qualche idea carina da portare con voi in vacanza: alcune cose utili per preparare la vostra valigia e altre per far si che il vostro viaggio resti indelebilmente nei vostri ricordi.

Io ho pensato di riutilizzare un vecchio asciugamano trasformandolo, in poche mosse, in un beauty con diversi scomparti. Un contenitore morbido, che può essere tenuto steso o arrotolato, in modo da rispettare le esigenze di spazio nella vostra valigia e adatto a tener ordinate le vostre cose, perché siano sempre e facilmente a portata di mano.

Non perdiamo altro tempo, è ora di partire!



Cosa ci serve:

-          1 asciugamano piccolo
-          1 cordicella o 1 nastrino
-          1 bottone
-          1 ago e filo di cotone
-          Macchina da cucire

Prendete un asciugamano piccolo e posizionatelo in verticale davanti a voi.
Piegate 1/3 dell’asciugamano verso il centro e fermate le estremità con degli spilli, in modo che i bordi combacino perfettamente.

Se avete un metro misurate la lunghezza del lato corto e dividete per 4, altrimenti piegate a metà l’asciugano, mettete uno spillo lungo la piega e poi fate la stessa cosa ripiegando entrambe le estremità verso il centro.
Il vostro asciugamano dovrà essere suddiviso in 4 scomparti larghi uguali.
E’ arrivato il momento di cucire per chiudere i vari scomparti. Se avete dimestichezza con la macchina da cucire, procedete alla cucitura delle 4 tasche guidandovi solo con gli spilli che avete posizionato in precedenza, è molto semplice, la macchina tende a cucire linee dritte, quindi farà praticamente tutto da sola. Cucite prima i bordi e poi le due tasche centrali.


Se invece non possedete la macchina da cucire, potete fare le cuciture a mano, magari tracciando la linea di cucitura con un gessetto bianco, ci metterete un po’ più di tempo, ma il risultato non cambierà di molto.
Per non far sparpagliare tutti i nostri oggetti nella valigia è importante chiuderlo, noi faremo una chiusura doppia: un bottone per chiudere la pateletta e un cordino per poterlo arrotolare.
Con ago e filo applicare un bottone esattamente al centro della cucitura a metà dell'asciugamano.


Piegate la cordicella a metà e giratela intorno al bottone incrociando i lembi e fissate il punto in cui si incrociano con ago e filo, cucendo in modo che il filo non si veda.


Cucite il cordino lungo tutto l'orlo dell'asciugamano, da ambo i lati.


Riempire le tasche con gli oggetti che porterete in viaggio, allacciare il bottone, richiudere le due estremità verso il centro e annodare la cordicella.


Come ogni mese, Gaia, Eliana e Manuela mi accompagnano in questa pazza avventura con i loro bellissimi lavoretti.
E poi c'è lei, quel gran genio della Mai che con i suoi banner ci porta in luoghi lontani ed inesplorati... siete pronti a partire?


Commenti

  1. Mi piace tantissimo! Sembra un asciugamano arrotolato e poi... nasconde una sorpresa! Bellissimo <3
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ecco un'idea semplice da realizzare, ma tanto utile e carinissima!

    RispondiElimina

Posta un commento

Lasciate commenti, consigli, critiche o complimenti, di certo li terrò presenti.

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari.
Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai.

Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe
Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio evo, aggiungere le cipolle e sfumare con mezzo bicch…

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca, me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta, fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti più intensi e lunghi…

Torta salata ligure alle melanzane e Prescinseua

Sabato sera sono stata a casa del mio amico Matteo.  Dopo un periodo pieno di dubbi e di ricerca di soluzioni ideali è riuscito a trovare una casetta bellissima, in un posto tranquillo, con il bosco alle spalle e un'ampia vista di fronte. Una casa a misura d'uomo, intima, su più livelli, con un grazioso soppalco che si affaccia sull'accogliente sala da pranzo e un terrazzino per guardare il cielo stellato.
Una casa condivisa con la persona che tanto ha aspettato e che finalmente lo ha preso per mano per iniziare questo cammino insieme. E finalmente siamo stati a cena nella loro casa, la serata è stata rallegrata con una buona bottiglia di vino e del cibo semplice ma delizioso. Io ho dato il mio piccolo contributo con questa torta salata svuota freezer. Lo avevo riempito prima di partire per la Sicilia, con una valanga di melanzane cotte la mattina prima di prendere l'aereo e con la prescinseua che mi aveva regalato Alessandra, per non parlare della pasta all'olio che …