giovedì 15 marzo 2018

Torta di formaggio e caramello agli arachidi e i miei primi 40 anni

Esattamente un anno fa uscivo di casa con le bimbe e la bicicletta lasciando la porta di casa spalancata con le chiavi inserite nella toppa.
Ho fatto venire un infarto alla mia vicina di casa che era indecisa se entrare a controllare se ero morta nella vasca da bagno, che per inciso non ho ma faceva tanto noir, o se aveva a che fare con la 39enne più stordita dell'universo.
Visto che sono qui a raccontarvi questo aneddoto della mia vita è facile arrivare alla giusta conclusione.
Nell'ultimo mese sono riuscita a lanciare un anello con brillante dall'8° piano, ho perso le chiavi della bicicletta e dimenticato le chiavi di casa nella giacca IN CASA con il marito a Bergamo per il turno di notte, insomma non sono propriamente sul pezzo, viva la sincerità.
Per fortuna, nonostante sia stordita all'ennesima potenza, sono anche una persona molto fortunata e quindi ho ritrovato l'anello, sono sempre riuscita ad entrare in casa senza passare la notte all'addiaccio e soprattutto ho sempre ritrovato le chiavi perse.

Oggi di anni ne ho 40 e stamattina giurerei di aver chiuso la porta di casa... penso :-P



E siccome i 40 anni non si possono festeggiare senza torta, ne ho scelta una buona buona da una rivista tedesca che mi è stata generosamente donata da Alessandra. Passiamole in rivista è la rubrica di MAG about food a cui partecipo rifacendo ricette da riviste di tutto il mondo. L'edizione speciale di Sweet dreams di gennaio/febbraio '18 alla fine non è stata scelta ma la torta non poteva essere dimenticata a pag. 79. 



Ingredienti per 10 persone:
Per la base:
400 g di biscotti al cioccolato
150 g di burro fuso
Per il caramello agli arachidi:
315 g di zucchero
185 ml di acqua
250 g di panna
120 g di arachidi tostati e salati
Per lo strato di cioccolato:
1 cucchiaino di burro
60 g di cioccolato fondente
Per la crema al formaggio:
2 fogli di gelatina 
150 g di cioccolato bianco tritato fine
375 g di formaggio spalmabile a temperatura ambiente
200 g di panna acida
Per la ganache fondente:
200 g di cioccolato fondente
100 g di panna 
Per la meringa:
100 g di zucchero
20 ml di acqua
2 albumi d'uovo a temperatura ambiente

Foderare una teglia da 22 cm di diametro con un foglio di acetato. Tritare i biscotti finemente e unirli al burro fuso, poi pressare bene il composto sul fondo e sui bordi della teglia. Mettere in frigorifero a raffreddare.
Mettere l'acqua e lo zucchero in un tegame e cuocere fino a quando il liquido non sarà di colore ambrato. Aggiungere la panna fuori dal fuoco poi finire la cottura per 2 minuti. Lasciar intiepidire per 30 minuti poi aggiungere gli arachidi tritati grossolanamente.
Versare sulla base di biscotti e lasciar solidificare in frigorifero 30 minuti.
Sciogliere 2 cucchiai di burro e aggiungere 60 g di cioccolato fondente, poi spennellare sul caramello. Far raffreddare.
Far rinvenire la gelatina 10 minuti in acqua fredda, strizzarla e scioglierla in 2 cucchiai di panna bollente.
Sciogliere il cioccolato bianco a bagno maria, lasciar intiepidire.
Sbattere il formaggio con la panna acida poi incorporare il cioccolato bianco. Unire la gelatina al composto.
Versare la crema sul fine strato di cioccolato e far raffreddare in frigorifero per almeno 4 ore.
Portare la panna quasi a bollore poi versarla sul cioccolato fondente tritato e mescolare bene. Versare la ganache tiepida sulla crema di formaggio e far raffreddare in frigorifero per 1 ora.
Per le meringhe, scaldare l'acqua con lo zucchero fino a quando non è completamente sciolto, portare lo sciroppo a 121°  senza mescolare, saranno necessari  3/5 minuti a fuoco medio. 
Montare gli albumi a neve ferma, aggiungere lo sciroppo di zucchero a filo continuando a montare fino a quando la meringa non sarà densa e lucida e non formerà "il becco".
Fare dei ciuffi di meringa sulla torta e bruciare con il cannello fino a doratura.

Tempo di preparazione 90 minuti, tempo di raffreddamento 8 ore



La ricetta prevedeva l'aggiunta di 100 g di zucchero anche nella crema di formaggio, io l'ho omesso completamente perché a parer mio non necessario.
Dimezzerei anche la dose del caramello, eccessivo per un dolce già dolcissimo. Parlando di caramello io ho avuto qualche problema, non è venuto come doveva ed è rimasto troppo morbido. Al taglio della torta ne è fuoriuscito quasi la metà rendendo il dolce perfetto per il mio gusto personale ma comunque qualcosa non è andato come avrebbe dovuto.

1 commento:

  1. Ti rendi conto di cosa rappresenta questa torta per un'orfana del Winner, quale mi sono sempre dichiarata???

    RispondiElimina

Lasciate commenti, consigli, critiche o complimenti, di certo li terrò presenti.

Related Posts Plugin for Blogger...