Passa ai contenuti principali

Hot cross buns

Giovedì scorso mi sono ritrovata inaspettatamente in ferie. 
Ero a casa con Elisa, che aveva mal di testa da qualche giorno ed ho preferito non mandarla a scuola.
In tarda mattinata ci sono arrivati i compiti svolti in classe dai suoi compagni, che durante l'ora di inglese hanno parlato degli Hot Cross Buns, tipici panini dolci all'uvetta che vengono preparati nel periodo di Pasqua in Inghilterra.
Eli non se l'è fatto chiedere due volte e abbiamo messo subito le mani in pasta  preparando la versione a noi più gradita: metà impasto con gocce di cioccolato per le bimbe e metà con mirtilli rossi per mamma e papà.


Nell'attesa che il nostro impasto lievitasse, visto che il mal di testa era ormai sparito, siamo andate a fare un giro al centro commerciale e abbiamo fatto spese.
La mia dolce principessa ha trovato i vestiti per il matrimonio a cui andremo a metà maggio e io ho colto l'occasione per dare una bella lavata alla macchina e per comprare qualcosina anche per me.



Ricetta tratta da Tavola Arte e Gusto
Per 16 buns:
550 g di farina manitoba
350 g di latte a temperatura ambiente
1 cucchiaino di lievito di birra secco (oppure 8 gr di lievito di birra fresco)
150 g di zucchero
50 g di burro morbido
1 uovo intero 
8 g di sale
1 cucchiaino di cannella in polvere
1/2 cucchiaino di zenzero
2 chiodi di garofano pestati
1/2 cucchiaino di noce moscata
buccia grattugiata di 1 arancia
75 g di mirtilli rossi 
75 g di gocce di cioccolato
1 tuorlo+ 1 cucchiaio di latte per spennellare
Per la croce:
3-4 cucchiai di farina
2-4 cucchiai di acqua calda
1 cucchiaio di sciroppo d’acero 
miele o marmellata di albicocche filtrata per lucidare
Mescolate la farina, spezie, con zucchero e lievito secco. 
Aggiungete il latte ed iniziate ad impastare in planetaria con la frusta K.
Aggiungete l’uovo e continuate ad impastare fino ad assorbimento dei liquidi
Aggiungere il burro a pezzettini, la scorza d'arancia e continuate ad impastare fino ad incordatura. Dividete l'impasto a metà: in una aggiungete i mirtilli rossi precedentemente ammollati in acqua e strizzati e nell'altra il cioccolato ed impastate fino ad aver ben incorporato entrambi.
Mettere i due impasti a lievitare in due ciotole diverse, coperte con pellicola alimentare, per almeno 3 ore.
Trasferite l’impasto su un piano di lavoro. Dividete in pezzi da 75 g ciascuno e formate delle pagnottine ben lisce in superficie.
Trasferite tutti i panini su una teglia foderata con carta forno, ad una distanza di 1/1,5 cm.
Lasciate lievitare ancora 1 ora poi spennellateli con il tuorlo d'uovo a cui avrete aggiunto un cucchiaio di latte.
Preriscaldate il forno a 180° C.
In una ciotolina, mescolate la farina, lo scirippo d’acero e 2-4 cucchiaini di acqua, a poco a poco  (dovrete ottenere una crema densa e non troppo liquida),.
Mettete l'impasto ottenuto in una tasca da pasticceria una croce sulla superficie dei buns. 
Infornate per circa 20 minuti nella parte medio alta del forno fino a doratura.
Poi, ancora caldi, spennellate con miele o marmellata di albicocche filtrata.

Commenti

  1. Una ricetta storica quella dei hot cross buns, ottima l’idea della diversa farcitura, buona Pasqua!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari. Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai. Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e  scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio ev

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia " Dai! Ci scambiamo una ricetta? ", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko,    La ricetta della felicità . Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio  questa zuppa  che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli  involtini di verza , avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fo

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca , me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta , fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti p