Passa ai contenuti principali

MAG about FOOD presenta... il calendario dell'Avvento

Quanti giorni mancano a Natale?
Molti iniziano il countdown appena si accorgono che non riusciranno a far fronte ai buoni propositi che si erano prefissi per il nuovo anno, generalmente questo succede intorno al 10 di gennaio, ma i più fanno il conto alla rovescia, solo negli ultimi 25 giorni che precedono il gran giorno.
Anche voi, come me, non vedete l'ora di trovare un cioccolatino dentro le finestrelle del Calendario dell'Avvento?
Quest'anno non accontentatevi dei soliti cioccolatini, rendete quest'attesa un momento speciale per voi e per i vostri cari, regalatevi un Natale speciale.

MAG about FOOD presenta... il Calendario dell'Avvento!




Cosa vi serve:
- Pannolenci di colori assortiti 
- Ovatta da imbottitura
- Filo spesso di colori assortiti
- Bottoni colorati
- Filo rosso da ricamo
- Colla a caldo


Pupazzo di neve




Ritagliate due sagome del pupazzo intero su pannolenci bianco e una sull’ovatta.

Ritagliate la sagoma del cappello su pannolenci nero e la striscia su quello giallo.

Ritagliate la sciarpa su pannolenci azzurro (io ho ritagliato 3 pezzi distinti, ma una volta fatto, mi sono resa conto che ritagliare un unico pezzo sarebbe stato più semplice) 
Ritagliate la sagoma del volto su pannolenci bianco e una piccola carota su quello arancione.
Adesso che avete ritagliato tutti i pezzi possiamo iniziare ad assemblarli, iniziamo dal volto:
-          Con il filo nero da imbastitura cucite due stelline a sei punte, saranno gli occhi del nostro pupazzo
-          Fissate la carotina esattamente al centro, un po’ inclinata verso il basso, cucendo con punti verticali con filo nero sottile, per tutta la lunghezza
-          Sempre con filo nero, da imbastitura, cucite la bocca, con piccoli punti dritti
Cucite il cappello nero su una delle due sagome del pupazzo intero, cucite anche la striscia gialla alla base del cappello, con filo in tono.
Cucite il volto del pupazzo con filo bianco.
Cucite la sciarpa, decorando con filo nero lungo il perimetro e
Posizionate l'ovatta sagomata tra i due lati del pupazzo di neve, con un goccio di colla a caldo fissate il gancio e cucite lungo tutto il perimetro: utilizzate il filo nero da imbastitura per la parte della sciarpa e quello bianco per la parte superiore del pupazzo, utilizzando il punto festone.



Albero di Natale



Ritagliate due sagome dell’albero di Natale su pannolenci verde e una sull’ovatta.
Ritagliate due sagome della stella su pannolenci giallo.
Applicate piccoli bottoni colorati in modo sparso su una delle sue sagome dell’albero di Natale.
Sovrapponete le due sagome della stella, mettendo al centro un piccolo pezzo di ovatta, cucite lungo tutto il perimetro con filo in tono.
Sovrapponete le sagome dell’albero con al centro l’ovatta, con un goccio di colla a caldo fissate in cima la stella e il gancio, poi cucite lungo tutto il perimetro, utilizzando il punto festone.


Pallina


Ritagliate due sagome della pallina su pannolenci verde e una sull’ovatta.
Ritagliate le varie decorazioni che volete applicare, su pannolenci colorato. Nel caso specifico un semicerchio arancione e uno rosso e dei cerchi gialli e azzurri. Utilizzare fili a contrasto per abbellire le vostre decorazioni.
Sovrapponete le sagome della pallina con al centro l’ovatta, con un goccio di colla a caldo fissate il gancio, poi cucite lungo tutto il perimetro, utilizzando il punto festone.

Rudolf, la renna




Ritagliate due sagome della renna e i palchi su pannolenci marroncino e una sull’ovatta
Ritagliate la sagoma del muso su pannolenci rosa.
Cucite il muso della renna sulla parte inferiore della testa con filo rosa e punto diritto per tutto il perimetro dell'ovale. Con il filo nero da imbastitura cucite la bocca.
Sulla parte superiore della testa applicate dei piccoli ovali bianchi e puntateli con filo nero, a creare gli occhi.
Al centro del muso applicare un bottoncino rosso, per il naso.
Con la colla a caldo fissate i palchi sulla parte laterale della testa e fissate il gancio al centro. 
Sovrapponete le sagome della renna con al centro l’ovatta, poi cucite lungo tutto il perimetro, utilizzando il punto festone, con filo da imbastitura bianco.

Folletto



Ritagliate due sagome della pallina su pannolenci verde e una sull’ovatta.
Ritagliate la sagoma del volto e i dettagli del cappello.
Sul volto, con filo da imbastitura nero, cucite gli occhi e la bocca, poi applicatelo sul cappello cucendo lungo il perimetro con filo rosa.
Cucite i dettagli sul cappello creando dei motivi decorativi a piacere con del filo colorato.
Sovrapponete le sagome del folletto con al centro l’ovatta, con un goccio di colla a caldo fissate il gancio, poi cucite lungo tutto il perimetro, utilizzando il punto festone, utilizzate il filo rosso per il cappello e quello bianco per il volto.




Babbo Natale




Ritagliate una sagoma intere di Babbo Natale su pannolenci bianco, una su pannolenci rosso e una sull’ovatta.
Ritagliate la barba, i baffi e la falda del cappello su pannolenci bianco e il viso su pannolenci rosa.
Ricavate due piccoli ovali sul pannolenci nero e cuciteli sul volto.
Cucite la falda del cappello sulla sagoma intera, con punto diritto lungo tutto il perimetro, cucite il volto e la barba e poi applicate i baffi, cucendo solo la parte superiore, in modo che rimangano in rilievo.
Sovrapponete le sagome con al centro l’ovatta, con un goccio di colla a caldo fissate il gancio, poi cucite lungo tutto il perimetro con filo bianco da imbastitura, utilizzando il punto festone.



Angioletto


Ritagliate una sagoma intera, comprensiva di ali, su pannolenci bianco.
Ritagliate un’altra sagoma, senza ali, e le ali sempre su pannolenci bianco.
Ritagliate la faccia e i piedi su pannolenci rosa, i capelli su pannolenci giallo e il vestito su pannolenci azzurro.
Posizionate le ali sul retro della sagoma dell'angioletto azzurra, al centro, in modo che la testa fuoriesca per più della metà, nella parte inferiore posizionate i piedi e cucite il perimetro con filo azzurro e punto diritto, creando l'orlo della tunica.
Sul volto, con filo da imbastitura nero, cucite gli occhi e la bocca. Applicatelo sulla sagoma azzurra, cucite con filo rosa lungo tutto il perimetro del cerchio. A questo punto cucite i capelli con filo giallo.
Sovrapponete le sagome dell’angelo con al centro l’ovatta, con un goccio di colla a caldo fissate il gancio, poi cucite lungo tutto il perimetro con filo dorato, utilizzando il punto festone.

Come sempre, in questa bellissima avventura, mi accompagnano Eliana, Gaia e Manuela.

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari. Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai. Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e  scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio ev

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca , me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta , fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti p

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia " Dai! Ci scambiamo una ricetta? ", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko,    La ricetta della felicità . Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio  questa zuppa  che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli  involtini di verza , avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fo