Passa ai contenuti principali

E DIY...TELO CHE NE AVETE PIENE LE SCATOLE! Scatola biscotto per MAG about FOOD

Sono tanti anni ormai che per Natale regalo biscotti.
Li faccio a Sant'Ambrogio con la mia amica Paoletta e poi li incarto, li infiocchetto e li regalo alle persone a cui voglio bene.
Mi sono sempre accontentata, è il caso di dirlo, di sacchettini di plastica trasparente, abbelliti da un fiocchetto in tema natalizio, ma quest'anno la musica è cambiata; grazie a MAG about FOOD e alle ingegnose amiche della rubrica sul fai da te, renderete i vostri regali ancora più speciali.

E se non ne avete ancora piene le scatole, domani vi racconteremo come riempirle, per ora vi spieghiamo come farle.



Scatola cilindrica di pasta frolla



Pasta frolla di Iginio Massari
250 g di burro
200 g di zucchero
25 g di miele d'acacia
scorza grattugiata di 1/2 limone
1/2 baccello di vaniglia
125 g di uova intere 
2 g di sale
500 g di farina 00
Per decorare:
cioccolato fondente
glassa bianca

Mettete il burro, lo zucchero, il miele e gli aromi nella ciotola della planetaria, amalgamate tutti gli ingredienti senza montarli. 
Aggiungete le uova e il sale e, quando la massa burrosa sarà uniforme, incorporate la farina precedentemente setacciata. 
Lavorate poco, solo fino a quando la farina non sarà amalgamata. 
Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola da cucina e riponetelo in frigorifero per tutta la notte.
Foderate uno stampo cilindrico con della carta forno, per farla aderire bene ungete lo stampo con un po' di burro. 
Stendete un rettangolo di pasta con uno spessore di 4/5 mm e arrotolatela intorno allo stampo, sovrapponendo leggermente le estremità e livellando con il mattarello.
Livellate i bordi con la lama di un coltello e avvolgete il cilindro con un altro foglio di carta forno chiudendolo con del filo da imbastitura.



Ricavate un cerchio di pasta del diametro esterno dello stampo, che sarà la base della vostra scatola e uno di un diametro leggermente superiore, che sarà il coperchio.



Con una formina per biscotti a vostro piacimento ritagliate il pomello del vostro coperchio e con una piccola pallina di pasta create il perno da inserire tra il coperchio e il pomello: fate un piccolo buco al centro del coperchio e al centro del cuoricino e sovrapponete le due parti incastrando il perno al centro.



Mettete in frigorifero per almeno 30 minuti.
Nel frattempo, preriscaldate il forno a 180°.
Spennellate il coperchio con dell'uovo mescolato con del latte e infornate per 13/15 minuti.
Fate raffreddare bene la frolla prima di rimuovere lo stampo, poi assemblate la scatola incastrando il cilindro sulla base.



Fate sciogliere del cioccolato fondente e sigillate i bordi, se necessario, versate il resto sul bordo superiore della scatola facendo in modo che ricada un po' verso l'esterno.
Con la glassa decorate il coperchio a vostro piacimento.



Riempire con biscotti o praline al cioccolato.



Lara ci mostra come fare le scatole monobiscotto, Gaia accontenta i più golosi, creando una scatola di cartoncino a più scomparti, Eliana ha pensato di personalizzarne il coperchio con una simpatica vignetta e infine Manuela ci insegna a fare un delizioso chiudi pacco e poi ci sono io, con la mia scatola tutta da mangiare, in attesa di essere riempita con altre golosità.
Un bellissimo lavoro di squadra che renderà speciali i vostri regali di natale.

Commenti

Post popolari in questo blog

Fegato, cuore e polmoni di capretto con le cipolle

Sono stata qualche giorno in giro e quasi quasi mi dimentico di pubblicare la seconda ricetta per questo MTC, ma corro subito ai ripari. Non avevo intenzione di farla, ma il capretto che avevo preso era tanto e la mattina di Pasqua ho incontrato mio cugino Sandro, che mi ha implorato di tenergli da parte del fegato da fare con le cipolle perché a lui piace da morire, ma sua moglie non lo cucina mai. E così mentre preparavo il fritto per il pranzo, ho affettato una cipolla e ho preparato la schiscetta richiesta. Che dire, con le cipolle, tante cipolle, non si sbaglia mai. Ingredienti per 3 persone: cuore, fegato, polmoni di capretto 1 cipolla 1/2 bicchiere di vino bianco farina q.b. olio evo  sale e pepe Sbucciare una cipolla e affettarla finemente.  Lavare accuratamente la carne, asciugarla con carta assorbente e tagliarla in piccoli boccocini di circa 2 cm. Infarinarla e  scrollare bene la farina. Soffriggere i bocconcini in un giro d'olio ev

Mini crackers alla farina di ceci

Quando ho visto questi crackers sul blog di Francesca , me ne sono davvero innamorata. Nel suo blog poi ho trovato anche una seconda ricetta , fatta mesi prima, di crackers fatti con il Philadelphia. Io non amo il burro e questo penso che ormai si sia capito, quindi ho preso la palla al balzo per unire le due creazioni di Francesca e ne ho fatto dei fantastici crackers super light con la farina di ceci e il formaggio spalmabile. Sono andata un pò a caso con gli ingredienti che avevo in casa, la farina di ceci era quasi finita, il formaggio era un avanzo da frigo, ma del risultato non sono soddisfatta, molto di più! Con la dose che ho usato io ho riempito quasi 2 teglie e purtroppo la metà sono spariti tra una cottura e l'altra tanto erano buoni! Quale migliore occasione per presentarli di una cena tra amici? Direi una cena particolare quella di ieri sera con persone che mi conoscono da una vita, con le quali si è instaurato un rapporto molto bello, tra momenti p

Involtini di sogliola ai profumi mediterranei

Un paio di mesi fa avrei voluto partecipare al non-contest di Cinzia " Dai! Ci scambiamo una ricetta? ", ma mi sono segnata troppo tardi e il primo sorteggio era già stato fatto, sono stata quindi pescata in secundis, venendo assegnata al blog di Fujiko,    La ricetta della felicità . Dopo le feste, avendo mangiato tanto e sentendomi ancora gonfia e piena, non è stato facile scegliere una ricetta; i dolci li ho esclusi a priori (e Fujiko nel blog ne ha fatti molti e di buonissimi) e le ricette salate, andando di pari passo con la stagionalità, non erano tutte fattibili, come ad esempio  questa zuppa  che ho adorato da subito e che farò appena sarà il periodo delle fave fresche. Mi ero lanciata sugli  involtini di verza , avevo già tutti gli ingredienti sul piano i lavoro, la verza a sbollentare in pentola, ma poi un paio di foglie mi si son rotte e quindi ho ripiegato su un buonissimo risotto con verza e speck. L'altro giorno però, sbirciando un po' più a fo