sabato 19 dicembre 2015

Schiacciata di lenticchie rosse, miglio e carote con salsa yogurt speziata

Dopo le superiori e un paio d'anni in Germania a lavorare, sono stata inserita in un progetto della Camera di commercio Italo-Germanica che prevedeva la formazione preso un'azienda tedesca a Milano in alternanza a periodi di studio in una scuola a Karlsruhe. 
Così ho conosciuto Silvia, una piccoletta tutta pepe, amante del turchese, delle piadine, della fotografia e di tutte le cose pazze e spericolate.
Abbiamo condiviso la stanza, i viaggi in pullman e in treno, la bicicletta, le ore sui banchi di scuola, le levatacce alle 6 e la buonanotte alle 9.
Ci siamo divertite in quei 2 anni, abbiamo fatto candele, sviluppato fotografie in camera oscura, passato serate in discoteca a ballare musica tecno, scorrazzato per la città in bicicletta io davanti e lei sul portapacchi, raccolto bicchieri sporchi e bottiglie di plastica per tutta la scuola per poi spendere i soldi racimolati (tutti in monetine da pochi centesimi) in una cena a base di carne da Maredo, si insomma, ne abbiamo fatte di tutti colori e adesso a scrivere mi vengono in mente e sorrido per quanto eravamo spensierate e serene.
Preso il diploma oltralpe ci siamo frequentate per un po', Parigi, Madrid, poi lei si è sposata, il mio ex è tornato in Sicilia e noi ci siamo perse di vista.
Poi è nata Eleonora, poi è nata anche Noemi e poi mi sono sposata anche io e la bellissima collana che indossavo nel mio giorno speciale me l'ha fatta lei e poi è nata Irene e quando aspettavo Elisa ci siamo riviste, con rispettivi mariti e figlie.
Adesso c'è anche Elisa e dopo che Massimo, suo fedelissimo consorte, è diventato anche il mio fisioterapista #enoncilasceremomai, abbiamo deciso che sederci intorno ad un tavolo sarebbe stata l'occasione migliore per recuperare il tempo perso.
Silvia è rimasta amante delle piadine e del turchese e di tutto ciò che la sua mente creativa riesce a produrre, è diventata mamma, è una donna più tranquilla e pacata di quello che mi ricordavo, ma quella lucina che la illuminava e la rendeva così pazza si vede sempre e si vede anche negli occhi delle sue piccoline.
Ecco, la prossima volta piadina, ma ora accontentati della schiacciata di legumi e cereali e a presto.

















Ingredienti per 4 persone:

Per la schiacciata:
150 g di carote
100 g di miglio
100 g di lenticchie rosse decorticate
50 g di pangrattato
40 g di cipolla
1 uovo
3 foglie di salvia
500 ml di acqua
olio evo
sale e pepe
Per la salsa:
125 g di yogurt bianco cremoso
1/4 cucchiaino di paprika dolce
1/4 cucchiaino di curry
1/4 cucchiaino di zenzero
1 pizzico di sale
olio evo q.b.
succo di limone q.b.

Sbucciare le carote e tagliarle a rondelle, metterle in una pentola capiente con la cipolla a fettine, la salvia e un giro d'olio. Soffriggere per 5 minuti , poi aggiungere le lenticchie decorticate, il miglio e l'acqua e far sobbollire per circa 40 minuti. Salare e pepare e frullare il tutto con il Minipimer. Lasciar intiepidire l'impasto ottenuto, poi aggiungere il pangrattato, il formaggio e l'uovo e mescolare il tutto.
Foderare uno stampo con carta forno, un goccio d'olio e cospargere con il pangrattato, spalmare l'impasto (deve restare pastoso) livellare e spolverare con altro pangrattato e olio extravergine a filo.
Infornare a 180° per mezz'ora, fino a quando non si sarà formata una crosticina dorata e croccante su tutta la superficie. Far raffreddare leggermente, tagliare in triangoli (il mio stampo era tondo, 30 cm di diametro) girarli e rimettere in forno per 5 minuti.

Preparare infine la salsa allo yogurt speziata mescolando tutti gli ingredienti e aggiustandola con le spezie a proprio piacimento (le dosi riportate sono indicative).
Intingere i triangolini di schiacciata ancora calda nella salsa allo yogurt e mangiarne in quantità, ma inutile dirlo, non riuscirete a fermarvi.



martedì 8 dicembre 2015

Chocolate chips cookies e adesso siamo in quattro...

"Tra i bei regali che quest'anno ho ricevuto per Natale ce n'è uno in particolare che mi è piaciuto davvero tantissimo e che ovviamente ho riprodotto in più varianti da regalare a mia volta. Si tratta del barattolone regalatomi da Paola per fare i Chocolate chips cookies.
I dolci preparati a Natale sembravano non finire mai, quindi ho voluto aspettare un po' a fare questi..."

Ho questo post nelle bozze da 3 anni! I biscotti erano spariti talmente in fretta da non riuscire a fare nemmeno una foto e quindi il post è rimasto lì, in attesa del momento in cui avrei rifatto queste delizie. 
E questo momento è arrivato e quale momento migliore se non la biscottata di Sant'Ambrogio con Paoletta?
Se lo scorso anno eravamo in 3 e i Cantucci ci erano sembrati la soluzione migliore per gestire Irene, stavolta eravamo in 4 e il tasso di difficoltà si è ridotto ulteriormente, anche perché ci faceva piacere coinvolgere anche la piccola peste nella preparazione.
E' stata bravissima, ci ha aiutato a fare i mucchietti di impasto e soprattutto ha posato con piacere per le foto.
Mattarello, formine taglia biscotti e mini stampi sono già pronti da mettere sotto l'albero di Natale e avrà anche un grembiulino tutto suo.
Chissà cosa ci riserverà il prossimo anno, di sicuro spero che saremo ancora insieme, con le mani in pasta.




























Ingredienti per circa 36 biscotti:
210 g di farina 
150 g di cioccolato (al latte o fondente)
150 g di zucchero di canna
100 g di burro morbido 
50 g di nocciole tritate grosse 
2 cucchiaini di orzo solubile
1 uovo
1 bustina di vanillina (omessa)
1/2 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di lievito

Mescolare il burro con lo zucchero di canna riducendolo ad una crema e aggiungere l'uovo e la vanillina, unire gli ingredienti secchi e mescolare fino ad ottenere un impasto consistente ma non asciutto
Foderare una teglia con carta forno e fare dei mucchietti grandi come una noce e disporli ben distanziati perché in cottura si appiattiranno allargandosi. 

Cuocere in forno a 180° per 15/20 minuti, lasciarli raffreddare e conservarli in una scatola di latta.



Related Posts Plugin for Blogger...