giovedì 30 settembre 2010

Muffins ufficiosi

Ormai mi sono fissata con sti muffins, pensate, dal nulla all'indigestione in 3 nano secondi!
Ieri li ho fatti con la zucca da portare a cena dalla mia amica Licia. Devo ancora migliorare, di zucca ne avrei dovuta mettere almeno il doppio! Erano pallidini, direi color salmone e non di quel bell'arancione zuccoso che mi ricorda tanto l'inizio dell'autunno, però il gusto era buono... li rifaccio appena riesco!
Anche lei si è dilettata ai fornelli, mi ha fatto una pasta molto buona di sua invenzione, ho già voglia di mangiarla di nuovo, ma oggi a mezzogiorno mi accontenterò di qualche funghetto trifolato e dell'immancabile pomodoro. Ormai è un mese che mangio pomodori tutti i giorni, mi verrà un'intolleranza? Ma a me piacciono troppo e poi l'orto li sforna di continuo, secondo me quelle piante sono infinite... pomodorini ciliegina, cuore di bue, pomodori insalatari e poi il mio preferito, di cui ovviamente non so il nome... assomiglia al cuore di bue, ma è più pallido, ma il gusto è più buono e poi è molto meno farinoso, più succoso. 
Ok, detto abbastanza sui pomodori, comunque a pranzo mangio solo verdura perché nel forno ci sono altri muffins, dolci stavolta. La mia collega compie gli anni domenica, quindi oggi festeggiamo!


















Ingredienti per 8 muffins:
200 g di farina 00
80 g di zucchero di canna
80 g di burro
1 bustina di lievito
2 uova
latte q.b.
cereali croccanti alla frutta 
marmellata di prugne

Impastare la farina con lo zucchero, le uova, il lievito, il latte e il burro fuso finchè il composto non risulterà cremoso e omogeneo.
Mettere un pò di cereali sulla base dello stampo, versarci sopra il composto e far cadere un cucchiaino di marmellata di prugne al centro di ognuno.
Infornare a 180° per 30 minuti.

Sono venuti buonissimi... e poi la base croccante... mmmmm :-)

martedì 28 settembre 2010

Cuor di taleggio

Una delle cose positive di aver trasferito l'ufficio da Milano (a 4 km da casa) ad una cittadina deserta del comasco, è che siamo dotati di una super cucina tutta attrezzata.
Complice il poco lavoro in questo periodo, oggi ne ho approfittato per fare dei muffins ai cavolfiori con cuore morbido di taleggio... sempre quello della Valle Imagna, ovviamente... eh si, è un posto a cui sono decisamente affezionata.
Comunque, è la prima volta in vita mia che provo a fare i muffins, ho messo insieme qualche ricettina trovata online, riadattandola ai miei gusti e questo è il risultato:


















Ingredienti per 6/7 muffins:
150 g di cavolfiore bianco
200 g di farina 00
4 cucchiai di parmigiano
1 uovo grande
130 ml di latte
1 cucchiaino di lievito di birra
sale, pepe, noce moscata

Lessare il cavolfiore in abbondante acqua salata, scolare e lasciare raffreddare.
Nel frattempo amalgamare la farina, l'uovo, il latte tiepido e il parmigiano con il lievito, aggiungere sale, pepe e una grattata abbondante di noce moscata.
Far riposare l'impasto per circa 15 minuti.
Incorporare il cavolfiore e mescolare lentamente dal basso verso l'alto per non sgonfiare l'impasto.
Mettere il composto negli stampini (io ho usato quelli in silicone), disporre un pezzo di taleggio nel mezzo di ognuno finchè non è totalmente immerso dall'impasto e infornare a 180° per 20 minuti.

Vi dirò la verità, come primo esperimento direi che è riuscito alla grande, anche la mia collega è d'accordo con me, ce ne siamo pappate solo uno in due perché già avevamo mangiato il persico con le patate (:-P), ma davvero niente male, i restanti saranno la mia cena di stasera. Evviva!
Prometto di cimentarmi anche con quelli di zucca per la cena di domani, a breve anche le foto.
Buon appetito!

venerdì 24 settembre 2010

Pane alla zucca

Martedì il mio amico Irri mi ha portato una bella zucca (grazie Peo), l'ho pulita, riuscendo miracolosamente a non romperla e ad usarla proprio tutta per la cena di stasera. Ho provato ad utilizzare anche i semi, ma aihmè devo capire ancora come evitare che siano così viscidi. Per questa volta ho lasciato perdere, troppe cose da preparare per poter pensare anche a pulire tutti i semi.
Abbiamo iniziato la cena con un antipasto con involtini di pasta fillo con zucca e zola, accompagnati da uno spiedino di mazzancolle su crema di zucca e patate.
Come primo ho preparato un risotto con zucca, funghi e taleggio valdimagnino e infine una fantastica torta di zucca e cacao con gocce di cioccolato fondente.
Il tutto innaffiato da ottimo vino rosso.
Attendo che qualcuno mi porti un'altra zucca "casalinga" per provare altre nuove ricette.
Buonanotte


















Ingredienti:
500 g di farina 00
1 panetto di lievito di birra
1 cucchiaino di zucchero
150 g di zucca 
acqua
1 1/2 cucchiaio di sale
semi di zucca

Sbucciare e tagliare la zucca a pezzi, metterla in forno a 150 ° per 30 minuti. Farla intiepidire e frullarla.
Sciogliere il lievito con lo zucchero e il sale in acqua tiepida, disporre la farina a fontana su una spianatoia e amalgamare l'acqua fino ad ottenere un composto omogeneo e abbastanza morbido. Coprire con un panno e far lievitare in luogo asciutto per un paio d'ore.
Preriscaldare il forno (non ventilato) a 200° e cuocere per 1 ora.

Involtini di pasta fillo alla zucca e gorgonzola



















Ingredienti per 6 persone:
200 g di zucca
100 g di gorgonzola 
pasta fillo in fogli
1 scalogno
olio extra vergine

Far rosolare lo scalogno tagliato sottilmente, aggiungere la zucca tagliata a cubetti e salare con sale grosso. Coprire e cuocere a fuoco lento finché la zucca non sarà ammorbidita.
Aggiungere il gorgonzola e amalgamare il tutto.
Suddividere l'impasto sui fogli di pasta fillo, avvolgerli ad involtino e disporli su una pirofila unta con poco olio. 
Preriscaldare il forno a 180° e cuocere gli involtini finchè la pasta non risulterà dorata e croccante.

Crema di zucca, patate e spiedini di mazzancolle



















Ingredienti per 6 persone:
Per la crema:
400 g di patate a pasta gialla
300 g di zucca
1 scalogno
2 spicchi di aglio
salvia, rosmarino
sale
acqua q.b.
olio extravergine di oliva
Per gli spiedini:
mazzancolle (2/3 per ogni spedino)
vino bianco q.b.
sale, pepe
rosmarino


Far rosolare l'aglio e lo scalogno in una casseruola con poco olio e gli odori, aggiungere zucca e patate tagliate a tocchetti di egual misura, salare e far cuocere per qualche minuto a fuoco lento. Togliere 1 spicchio d'aglio e il rosmarino.
Aggiungere l'acqua fino a coprire il contenuto e cuocere coperto finché le patate non diventeranno morbidissime.
Nel frattempo creare degli spiedini con le mezzancolle, disporli su una pirofila, salare, pepare e cospargere di aghi di rosmarino. Infornare a 180° per 10 minuti e spruzzare gli spiedini con del vino a metà cottura.
Frullare la crema con il Minipimer e servirla con un goccio di olio crudo, accompagnata dallo spiedino di mazzancolle.

Risotto zucca, funghi e taleggio della Valle Imagna


















Ingredienti per 6 persone:
200 g di funghi
200 g di zucca
1 cipolla
riso Carnaroli (2 pugni a persona)
100 g di taleggio della Valle Imagna
olio
brodo vegetale
1/2 bicchiere di vino bianco secco
2 cucchiai di parmigiano

Far rosolare la cipolla in olio extravergine, aggiungere i funghi e la zucca e far rosolare a fuoco basso finchè l’acqua dei funghi non si sarà asciugata.
Aggiungere il riso e farlo tostare 1 minuto, irrorare con il vino bianco. Far evaporare e aggiungere a poco a poco il brodo.
Far cuocere il riso 20 minuti, spengere il fuoco e spolverare con il parmigiano.
Mantecare il risotto con il taleggio della Valle Imagna.

Torta di zucca e cacao


















Ingredienti per 8/10 persone:
400 g di zucca
200 g di farina
80 g di zucchero
80 g di burro
50 g di cacao
3 uova
1 bustina di lievito
50 g di cioccolato fondente


Sbucciare e tagliare la zucca a pezzi, metterla in forno a 150 ° per 30 minuti. Farla intiepidire e frullarla.
Impastare tutti gli ingredienti, finchè l'impasto non risulterà omogeneo e abbastanza morbido (in caso aggiungere un goccio di latte), aggiungere il cioccolato fondente a pezzetti.
Infornare a 180° per 50 minuti.

giovedì 23 settembre 2010

Crostata di panna cotta

Aihmè l'estate è finita, ma le giornate sono ancora calde (fino a domani, almeno al nord) e prima di dotarci di copertina davanti al camino, o di preparare il menù di zucca per domani sera, siamo sempre in tempo a farci deliziare da una gustosissima crostata di panna cotta.
La mia irrefrenabile voglia di dolci del momento non ha assolutamente condizionato la scelta di postare questa ricetta, io per oggi mi sono dovuta accontentare di pane e marmellata di prugne (fatta in casa ovviamente... da Lucia)


















Ingredienti per 8/10 persone:
1 rotolo di pasta brisè
100 g di cioccolato fondente
500 ml di panna fresca
200 ml di latte
120 g di zucchero a velo
15 g di colla di pesce
farina di cocco
150 g di fragole

Mettere la pasta brisè in una teglia, bucherella la base con una
forchetta, coprirla con della carta di alluminio e riempila di fagioli.
Mettere in forno a 180° per 15 min e poi altri 10 min dopo aver tolto i
fagioli e l'alluminio.
Lasciare raffreddare e spennellare la superficie col cioccolato fondente fuso a bagno maria. 

Far bollire il latte con lo zucchero, ggiungere la panna e la colla di pesce precedentemente ammollata in acqua fredda per qualche minuto.
Aggiungere la farina di cocco.
Mettere il composto nella base di pasta brisè e far raffreddare in frigo per 6 ore.


Frullare le fragole lasciandone 3 o 4 per la decorazione, filtrare il succo in un colino per eliminare i semi e disporre sulla torta ormai fredda e decorare a piacere.

mercoledì 22 settembre 2010

Filetti di triglia impanati con cipolle allo zafferano



















Ingredienti per 6 persone:
600 g di filetti di triglia
4 cipolle bianche
600 g di farina di granoturco
Panna fresca
1 bustina di zafferano
Noce moscata q.b.
sale

Preparare la polenta con 500 g di farina di granoturco (seguire dosi e istruzioni presenti sulla confezione),  quando è pronta disporla su un tagliere di legno a farla raffreddare.
Lavare i filetti di triglia e impanarli nella farina di granoturco restante, disporli in una pirofila unta con poco olio e cuocere in forno a 180°C finché la crosticina non risulterà dorata e croccante.
Nel frattempo affettare finemente 4 grosse cipolle bianche, farle imbiondire in una padella con poco olio, salare, coprire e far cuocere 20 minuti finché le cipolle non risulteranno morbide.
Sciogliere lo zafferano in un goccio di panna fresca con una grattata di noce moscata, aggiungere il tutto alle cipolle e fare insaporire.
In attesa che le triglie si cuociano tagliare la polenta  a fette di ca. 1 cm, cospargerle di formaggio grana e gratinare in forno per qualche minuto.
Related Posts Plugin for Blogger...